Stampa
“E’ inaccettabile che a fronte della sostanziale riduzione del costo del grano, i prezzi di pasta e pane siano in continua ascesa”. È quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando gli ultimi dati Istat secondo i quali, seppur l’inflazione è precipitata al 2,7%, i prezzi del settore alimentare non accennano a diminuire.
“La condizione di crisi economica nella quale il nostro Paese si trova ormai da troppo tempo -prosegue Dona- richiede degli interventi seri e tempestivi. E’ necessario ridurre la forbice dei prezzi alla produzione e al consumo, combattendo i comportamenti speculativi di chi opera rincari ingiustificati e assicurando una libera concorrenza sul mercato. Solo così si potrà realmente garantire ai consumatori un contenimento dei costi”.
“Senza dunque abbandonarsi ad allarmismi -conclude il Segretario generale- perché non iniziare, laddove possibile, indicando il doppio prezzo “produzione-dettaglio” sull’etichetta del prodotto?”.
Joomla SEF URLs by Artio