Home

Ultime notizie

Cerca


 


Uno dei nostri obiettivi è diventare il TUO punto di riferimento!

Se non conosci i tuoi diritti, se non sai come farli valere, se hai problemi con

la Pubblica Amministrazione o con i gestori dei servizi pubblici,

l' U.N.C. ti offre assistenza legale, fiscale e consigli utili, tutelandoti in tutte le sedi,

anche giudiziarie,conciliative,tributarie ...

L' UNIONE fa la forza se dai forza all'UNIONE



 
Stampa
 
Stampa

USURA BANCARIA - Accertamento e Risarcimento

 

 
Stampa
 

TARES: LA NOTA DEL COMUNE E' UNA NOTA STONATA, L'UNC INVITA ALLA PRECAUZIONE ANCHE PER IL CARNEVALE

 
SU RICORSO DELL'UNC CALABRIA L'ABF CANCELLA L'ISCRIZIONE AL CRIF SENZA INVIO DI PREAVVISO Stampa

 Senza invio di preavviso non si può essere iscritti come “cattivi pagatori” al CRIF ovvero al gestore della banca dati di informazioni creditizie, cui confluiscono segnalazioni, inviate da banche e società finanziarie su ritardi o mancati pagamenti di rate da corrispondere su finanziamenti richiesti.

E’ purtroppo un fenomeno che succede spesso afferma l’Avv. Saverio Cuoco, presidente Regionale dell’Unione Nazionale Consumatori Calabria che comporta  danni incalcolabili per il cittadino che senza sapere di essere iscritto al CRIF, si vede rifiutare da banche, società finanziarie ed anche da commercianti, richieste di mutui, finanziamenti per acquisto auto, moto, e di ogni altro bene da pagare ratealmente.

E’ ciò che è successo alla ricorrente che nel mese di giugno 2013, si avvedeva che il proprio nominativo risultava segnalato in Crif, chiedeva pertanto all’Arbitro Bancario Finanziario con ricorso del 7 ottobre 2013, assistita dall’avv. Maria Vittoria Falzea, legale dell’Unione Nazionale Consumatori,  l’immediata cancellazione dei propri dati, adducendo di non avere mai ricevuto alcun preavviso di segnalazione, né alcun sollecito di pagamento da parte dell’intermediario bancario.

Leggi tutto...
 
LE MULTE DA TICKET SCADUTO SONO ILLEGITTIME E NON VANNO PAGATE Stampa
 Se il “ticket” pagato per la sosta oraria è scaduto, la contravvenzione pari a euro 25,00 elevata dall’ausiliario del traffico è illegittima.

Chissà quante volte, a Reggio Calabria, dove ormai le strisce blu sono dappertutto sarà capitato di pagare la multa per aver sforato il tempo prestabilito dal ticket esposto sul parabrezza dell’auto.

Eppure numerose sentenze dei giudici di pace di tutta Italia, hanno statuito che questa tipologia di infrazione non è prevista da alcuna norma del codice della strada. La possibilità di sanzionare per parchimetro scaduto è prevista dall’articolo 7 del Codice della strada, ma limitatamente al comune proprietario dell’area, con espressa esclusione, quindi, degli ausiliari, dipendenti di una società che ha in concessione il servizio. Questi ultimi possono solo esercitare tutte le azioni per il recupero delle somme dovute, ovvero possono agire per recuperare gli importi relativi al periodo di tempo che si è sforato, ovvero un euro per ogni ora, ma non possono assolutamente irrogare sanzioni.

Leggi tutto...
 
TARES: LA NOTA DEL COMUNE E' UNA NOTA STONATA, L'UNC INVITA ALLA PRECAUZIONE ANCHE PER IL CARNEVALE Stampa
 La nota diramata dall’ufficio stampa del Comune di Reggio Calabria sulla prosecuzione del  pagamento della TARES, appare certamente come una nota stonata se non addirittura come uno scherzo di carnevale di cattivo gusto, considerato il disagio che tutti noi cittadini stiamo sopportando in questo periodo che sembra non finire mai e sperando che i cumuli di rifiuti ormai giacenti da più giorni dappertutto, non causino danni maggiori, soprattutto alla salute, dopo l’allarme lanciato in questi giorni anche dall’Ordine dei Medici della provincia di Reggio Calabria.

E’ vero che il TAR di Reggio Calabria non si è espresso sull’istanza di sospensiva in merito al ricorso inoltrato sulla TARES dall’Unione Nazionale Consumatori Calabria, ma solo perchè ha ritenuto che ogni esigenza cautelare dei ricorrenti, possa essere adeguatamente tutelata solo con la sollecita fissazione della trattazione nel merito del ricorso, ordinando al Comune di Reggio Calabria di produrre al più presto gli atti richiesti, per decidere definitivamente e a breve l’intera vicenda.

Leggi tutto...
 
TARES: IL TAR ACCOGLIE I MOTIVI DELL'UNC CALABRIA E CHIEDE LA DOCUMENTAZIONE AL COMUNE Stampa
L'aumento indiscriminato delle tariffe sulla raccolta dei rifiutisolidi urbani che i Comuni hanno applicato attraversola predisposizione dei relativi regolamenti ha determinato l'inevitabile ricorso alla Magistratura da parte dei cittadini volti a farne dichiarare l'illegittimità.

E’ciò che è successo anche a Reggio Calabria, sostiene l’avv. Saverio Cuoco, presidente regionale dell’Unione Nazionale Consumatori Calabria, dove si è registrato l’indiscriminato aumento della TARES, che non può sfuggire a qualsiasi forma di controllo e non può pertanto essere sottratta all’obbligo della motivazione.

Su tale argomentazione si è avuto il primo importante risultato del TAR Calabria, sezione staccata di Reggio Calabria, che con Ordinanza del 19/02/14 ha riconosciuto in linea di principio applicabile il beneficio di cui all’art. 14, comma 20, del D.L. 201/2011 ( riduzione della TARES al 20%) che non era stato testualmente previsto nel Regolamento TARES del Comune di Reggio Calabria “ posto che la disposizione di legge opera a prescindere dalla sua esplicita riproduzione nella fonte secondaria e trova quindi automatica applicazione al rapporto di imposta di ogni singolo contribuente
Inoltre, accogliendo il ricorso redatto dall’Avv. Antonino Quattrone, legale dell’associazione dei consumatori e rinviando la decisione al 5 Giugno 2014,  ha ordinato alla Terna Commissariale del Comune di Reggio Calabria, (ritenendo insufficienti le motivazioni ed i documenti prodotti in giudizio) di fornire entro il 20 Marzo 2014, ulteriori chiarimenti e  soprattutto ulteriore documentazione riguardante il piano economico finanziario volto a verificare la rilevazione, previsione e quantificazione analitica delle singole voci di costo che concorrono al calcolo dell’imposta complessiva del servizio di raccolta rifiuti solidi urbani in euro 37.633.339,68.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Dammi un consiglio!



SERVIZIO GRATUITO


CENTRO DIFESA DEL MALATO

 
 
UN AVVOCATO A CASA TUA 

SERVIZIO PER DISABILI


Iscriviti per le notizie