Home Le Notizie SPRECO ALIMENTARE: SI BUTTA VIA MENO PER 4 ITALIANI SU 10

SPRECO ALIMENTARE: SI BUTTA VIA MENO PER 4 ITALIANI SU 10

17
0

Inversione di tendenza per lo spreco di cibo: si getta via meno. Rispetto a due anni fa lo spreco domestico è diminuito per quattro italiani su dieci. Sei su dieci dichiarano di gettare via il cibo una volta al mese o anche più raramente. E quando qualcosa finisce nella spazzatura, il sentimento più diffuso – accumuna oltre nove italiani su dieci – è il senso di colpa. Nonostante i progressi, però, i dati sullo spreco di cibo in famiglia dicono che ogni mese vengono gettati via circa 3 kg di alimenti. In termini di costi annui, significa 8,5 miliardi di euro.

 

I dati vengono dal Rapporto 2018 dell’Osservatorio Waste Watcher di Last Minute Market / Swg, monitorati per la nona edizione della campagna Spreco Zeropresentata a Roma all’Anci dall’ideatore Andrea Segrè. Sembra confermata l’inversione di tendenza nello spreco alimentare in famiglia, evidenzia la ricerca. “Sei  italiani su 10 dichiarano di gettare il cibo ancora commestibile solo una volta al mese (17%), o addirittura più raramente (43%) – si legge in una nota stampa –  Il 16% butta alimenti buoni una volta alla settimana e il 15% ogni due settimane. Ma quasi tutti – il 92% – si sentono tristi e in colpa quando si ritrovano a gettare il cibo. Solo il 7%, meno di un italiano su 10, si dichiara indifferente davanti allo spreco alimentare che ha procurato. E complessivamente 4 italiani su 10 (il 39%) dichiarano di sprecare meno di due anni fa”.

Questo non significa che il lavoro contro lo spreco alimentare sia finito. Tutt’altro. “I dati reali sullo spreco, misurati attraverso il progetto Reduce e I Diari delle famiglie italiane, parlano ancora di 3 kg di cibo pro capite ogni mese gettato nella spazzatura – spiega il docente e agroeconomista Andrea Segrè, fondatore della campagna – In termini di costi, rapportato alle famiglie italiane questo si traduce in 8,5 miliardi € gettati ogni anno, lo 0,6% del Pil. Lo spreco si batte prevenendolo, e solo una capillare campagna di educazione alimentare puo’ favorire la svolta culturale”. La campagna Spreco Zero 2018/2019 si concluderà il 5 febbraio 2019 a Roma in occasione della Giornata Nazionale di Prevenzione dello Spreco alimentare.