Home Telefonia L’ESPERTO RISPONDE SU… DOPPIA BOLLETTA DOPO CAMBIO OPERATORE

L’ESPERTO RISPONDE SU… DOPPIA BOLLETTA DOPO CAMBIO OPERATORE

158
0

Cosa fare se  mi trovo a pagare una doppia bolletta per il servizio telefonico dopo aver cambiato operatore?

Purtroppo spesso accade  a molti consumatori di trovarsi con una doppia bolletta dopo aver cambiato operatore, nonostante la procedura prevista da AGCOM per la migrazione delle numerazioni dovrebbe scongiurare l’ipotesi di doppia fatturazione. In tutti i casi trattati il problema è determinato dalla scarsa attenzione degli operatori che, dopo aver ricevuto una richiesta di migrazione, non provvedono ad effettuare tutte le operazioni per la corretta chiusura della posizione amministrativa del consumatore. Sulla questione sta indagando anche l’Autorità Antitrust che ha aperto un procedimento nei confronti di Fastweb, Telecom, Wind 3 e Vodafone per pratica commerciale scorretta, per avere continuato a emettere fatture successivamente alla richiesta di cessazione del rapporto.

Il caso più frequente riguarda la migrazione di linee telefoniche che contengono sia traffico voce che internet. Molte volte accade che l’acquisizione del nuovo operatore (recipient) avviene correttamente mentre il vecchio (Donating) continua a mantenere il solo traffico internet.

Il paradosso di questa situazione è che si ha un solo numero telefonico (quindi materialmente un solo doppino telefonico) sul quale sono attivati due contatti per il medesimo servizio.

Il consumatore deve verificare che il contratto è effettivamente migrato verso il nuovo operatore (basta attendere la prima fattura) e contestare gli importi fatturati al vecchio operatore e chiedendo la chiusura del contratto. E’ bene prestare attenzione se si tratta della fattura conclusiva: in questo caso degli importi maggiori potrebbero essere dovuti.

Per maggiori informazioni e per consulenza è possibile contattare i nostri esperti.

Autore: Dino Cimaglia