Home Le Notizie TRASFERIMENTO A ISYBANK, UNC: INTESA SANPAOLO ACCOGLIE I RECLAMI UFFICIALI

TRASFERIMENTO A ISYBANK, UNC: INTESA SANPAOLO ACCOGLIE I RECLAMI UFFICIALI

471
0

Intesa Sanpaolo sta accogliendo i reclami degli utenti. Dona: “stando alle segnalazioni, il blocco del trasferimento pare avvenire solo per i clienti che hanno inoltrato un reclamo ufficiale”

Arrivano buone notizie sulla vicenda del trasferimento d’ufficio dei correntisti di Intesa Sanpaolo a Isybank, su cui, recentemente, è intervenuta anche l’Antitrust avviando un procedimento istruttorio.

Secondo quanto riferito da Massimiliano Donapresidente dell’Unione Nazionale Consumatori, “Intesa Sanpaolo sembra accogliere positivamente i reclami che i consumatori hanno ufficialmente inoltrato”.

Ecco – prosegue Dona – il messaggio che alcuni clienti stanno ricevendo dopo aver inviato formale reclamo: “Gentile cliente, ci riferiamo alla lettera da lei inviata alla Banca relativa al conferimento in Isybank dei suoi rapporti con Intesa Sanpaolo. In considerazione di quanto da lei comunicato La informiamo che i suoi rapporti non saranno trasferiti in Isybank e ad essi non verranno applicate le modifiche contrattuali che le sono state comunicate. Riceverà comunque successivamente un’ulteriore comunicazione a conferma del mantenimento dei rapporti in Intesa Sanpaolo. Cordiali saluti“.

Isybank, UNC: necessario inviare un reclamo ufficiale

“È quello che volevamo e abbiamo chiesto fin dall’inizio a Intesa Sanpaolo, purtroppo inascoltati. Meglio tardi che mai. Non possiamo, quindi, che essere felici di questa svolta. Per il momento, però, stando almeno alle segnalazioni finora pervenute ai nostri sportelli, il blocco del trasferimento pare avvenire solo per i clienti che hanno inoltrato un reclamo ufficiale“, spiega Dona.

Per questo l’UNC “invita tutti i clienti insoddisfatti del trasferimento, se non lo hanno ancora fatto, a scaricare e compilare il reclamo suggerito dai nostri uffici legali, scaricabile gratuitamente e anonimamente dal nostro sito www.consumatori.it“.