Home Le Notizie POSTI A SEDERE PER MINORI E DISABILI, ENAC AVVIA SANZIONI VERSO WIZZAIR,...

POSTI A SEDERE PER MINORI E DISABILI, ENAC AVVIA SANZIONI VERSO WIZZAIR, VOLOTEA E EASYJET

38
0

In merito all’assegnazione gratuita dei posti a sedere ai minori e alle persone a mobilità ridotta vicino ai loro genitori e/o accompagnatori, anche le compagnie Wizzair, Volotea e EasyJet, dalle prime verifiche effettuate, sono risultate inadempienti

Anche Wizzair, Volotea e EasyJet finiscono nel mirino ENAC. Continuano in questi giorni gli accertamenti diretti dell’Ente sulle compagnie aeree operative in Italia, volti a verificare se i vettori si sono adeguati alle disposizioni regolamentari dell’Autorità per garantire, senza dover pagare alcun supplemento, l’assegnazione gratuita dei posti a sedere ai minori e alle persone a mobilità ridotta vicino ai loro genitori e/o accompagnatori.

Oltre alle violazioni riscontrate per il vettore Ryanair, su cui ENAC continuerà gli accertamenti anche nelle prossime settimane, anche le compagnie WizzairVolotea e EasyJet, dalle prime verifiche effettuate, sono risultate inadempienti, si legge in una nota ENAC del 20 agosto.

“Non hanno tuttora, come prescritto e confermato dal giudice amministrativo, modificato i sistemi informatici e operativi e, nel momento delle prenotazioni, continuano a richiedere un supplemento al costo del biglietto aereo per l’assegnazione di posti vicini agli accompagnatori di minori e disabili, salvo, eventuale, rimborso”.

Le sanzioni a Wizzair, Volotea e EasyJet

L’ENAC, pertanto, ha avviato il procedimento per irrogare sanzioni alle compagnie Wizzair, Volotea e EasyJet.

Le sanzioni commisurate al grado di inadempimento – spiega l’ENAC – possono variare da un minimo di € 10.000 ad un massimo di € 50.000 per ogni singola contestazione.

Inoltre, i passeggeri che rilevano inadempienze rispetto al provvedimento, possono segnalarlo all’Ente utilizzando il modulo online “Segnalazione/Suggerimenti”, reperibile nella sezione Diritti dei Passeggeri del sito web dell’ENAC. In tal caso l’Ente effettuerà delle verifiche prima dell’avvio della procedura sanzionatoria.

La risposta di Volotea

Pochi giorni dopo, la risposta di Volotea.

La compagnia, presa visione degli accertamenti avviati dall’ENAC in merito al mancato adeguamento alle nuove disposizioni regolamentari dell’Autorità a tutela dei disabili e dei minori, ha diffuso la seguente nota:

“Volotea prevede che i bambini si siedano sempre vicino a uno degli adulti che viaggia con loro. Inoltre, a seguito dell’incertezza sanitaria scaturita dalla pandemia, per garantire il massimo livello di sicurezza per tutti i passeggeri e gli equipaggi, Volotea fa in modo che i passeggeri appartenenti al medesimo nucleo familiare siedano vicini, riducendo ancora di più il rischio di contagio”.

“In caso di presenza di passeggeri con disabilità – prosegue la compagnia – garantisce in automatico il posto migliore disponibile, accanto all’accompagnatore che viaggia con loro. In entrambi i casi, l’assegnazione di questi posti è completamente gratuita”.

“La compagnia, dunque – conclude – non condivide le obiezioni mosse dall’ENAC e rimane altresì a disposizione dell’Ente, al fine di fornire tutte informazioni necessarie a fare chiarezza sulle condotte oggetto di verifica”.