Home Notizie utili INFLAZIONE: ECCO LE CITTÀ E LE REGIONI CON I MAGGIORI RINCARI

INFLAZIONE: ECCO LE CITTÀ E LE REGIONI CON I MAGGIORI RINCARI

25
0

L’Istat ha reso noto l’inflazione di settembre, +0,3% su base annua. Un’ottima notizia, dato che più l’inflazione è bassa più aumenta il potere d’acquisto delle famiglie e la casalinga di Voghera, andando al mercato a fare la spesa, risparmia o, per essere più precisi, subisce minori rincari. Non vanno confuse, infatti, come fanno troppi presunti “esperti”, le cause della bassa inflazione con gli effetti: le cause possono essere negative, quando, come ad es. in questo caso, dipendono dai consumi al palo e dalla domanda delle famiglie che non decolla, mentre le conseguenze sono sempre positive.

 

In termini pratici, l’inflazione a +0,3% significa, per una coppia con due figli, una maggior spesa annua di soli 40 euro. Per una coppia con 1 figlio, il rialzo è di appena 38 euro, 30 euro per la famiglia media.

L’inflazione, però, cambia a seconda di dove abitiamo. Per questo l’Unione Nazionale Consumatori stila da anni una classifica, ormai diventata una tradizione, delle città e delle regioni più care d’Italia, in termini di aumento del costo della vita.

Ebbene, in testa alla classifica dei capoluoghi e delle città con più di 150 mila abitanti più care, in termini di rincari, si conferma Bolzano che, con un’inflazione dell’1%, ha la maggior spesa aggiuntiva, equivalente, per una famiglia media, a 301 euro. Al secondo posto Genova, dove il rialzo dei prezzi dell’1% determina un aggravio annuo di spesa pari a 243 euro, terza Bari, dove l’inflazione a +1%, comporta una spesa supplementare pari a 208 euro, sempre per la famiglia tipo.

In testa alla classifica delle regioni più costose in termini di maggior spesa, si conferma la Liguria, che, con l’inflazione a +0,7, registra, per una famiglia media, una batosta pari a 161 euro su base annua. Segue l’Abruzzo, dove l’incremento dei prezzi pari allo 0,7%, implica un’impennata del costo della vita pari a 143 euro, terza la Puglia, dove per via dell’inflazione a +0,6%, si ha un salasso annuo di 117 euro.

Tabella n. 1: Podio delle città più care (capoluoghi di regione e comuni con più di 150 mila abitanti), in termini di spesa aggiuntiva annua

N

Città

Rincaro annuo per la famiglia media (*) (da 2,4 componenti)

Inflazione annua di settembre

1

Bolzano

301

1

2

Genova

243

1

3

Bari

208

1

Fonte: Unione Nazionale Consumatori su dati Istat

 

Tabella n. 2: Podio delle regioni più care, in termini di spesa aggiuntiva annua

N

Regioni

Rincaro annuo per la famiglia media (*) (da 2,4 componenti)

Inflazione annua di settembre

1

Liguria

161

0,7

2

Abruzzo

143

0,7

3

Puglia

117

0,6

Fonte: Unione Nazionale Consumatori su dati Istat

(*) Famiglia media: da 2,4 componenti

Autore: Mauro Antonelli