Home Sanità EMERGENZA FREDDO: A RISCHIO ANZIANI, BAMBINI E CARDIOPATICI

EMERGENZA FREDDO: A RISCHIO ANZIANI, BAMBINI E CARDIOPATICI

14
0

In queste giornate di emergenza neve e freddo, bisogna stare particolarmente attenti a bambini, anziani e cardiopatici. L’appello viene  da Claudio Cricelli, presidente della Simg, la società italiana di medicina generale. 
I pericoli non vengono solo dalle uscite, per freddo, ghiaccio ed eventuali scivolate. Anche in casa si possono avere problemi specialmente in famiglie a rischio di “povertà energetica”, cioè impossibilitate a pagare bollette di gas ed elettricità. Esposti particolarmente gli anziani per il  brusco abbassamento delle temperature che si sta registrando in queste ore, nelle case dove non sono sufficientemente protetti perchè non possono permettersi un riscaldamento adeguato.  ”In casa la temperatura deve restare stabile attorno ai 20 gradi, cercando di proteggersi dagli spifferi che causano una dispersione di calore. Anche l’abbigliamento è importante. E’ la testa il punto di massima dispersione corporea se si esce. – mette in guardia Cricelli in una dichiarazione all’ANSA  – Non serve aumentare il consumo calorico se si resta a casa ma attenzione ai liquidi. Il riscaldamento domestico ‘secca’ l’organismo: è necessario bere di piu’ e purtroppo gli anziani perdono il senso della sete”.

“Non è escluso che in questi giorni possa esserci un picco di malattie respiratorie – aggiunge Cricelli – e anche se l’influenza ha cominciato la sua curva discendente, è possibile che si possa riacutizzare”. Anche altre categorie, come cardiopatici e diabetici devono fare attenzione. ”Il freddo comporta una vasocostrizione che può essere rischiosa per chi ha patologie al cuore; cautela anche per i diabetici e per tutti coloro che soffrono di malattie croniche perché il sistema immunitario è spesso disarmato.”