Home Notizie utili BACK TO SCHOOL, REGNA L’INCERTEZZA. COSA CERCANO GLI UTENTI SU GOOGLE?

BACK TO SCHOOL, REGNA L’INCERTEZZA. COSA CERCANO GLI UTENTI SU GOOGLE?

28
0

Trasporti, banchi e mascherine, ma anche cancelleria e vestiti per i più giovani. Cosa cercano gli utenti su Google e Youtube in vista del back to school in tempo di Covid?

Francesca Marras

A settembre, secondo le previsioni, si torna a scuola, in un clima segnato dall’incertezza legata all’emergenza sanitaria da Covid-19. Quali sono le curiosità e i dubbi degli utenti in vista del nuovo anno scolastico? Su Google e Youtube emergono sia tematiche legate al Covid che ricerche sul corredo per la scuola. Lo rivela AvantGrade.com, che ha analizzato i trend di ricerca sul mondo Google legati al back to school.

Back to school, ma in che modo?

 

Dai dati dell’indagine emerge in particolar modo l’interesse per i trasporti, per l’adeguamento delle scuole e per l’utilizzo delle mascherine. Negli ultimi tre mesi si è registrata un’impennata su una ricerca stagionale, “gps scuola” (GPS = Graduatorie Provinciali per le Supplenze), mentre “banchi scuola 2020” è una nuova ricerca legata al virus. Un tema diventato ancor più caldo negli ultimi 30 giorni, soprattutto nel sud Italia, in Calabria, Sicilia e Molise.

Secondo AvantGrade.com le graduatorie per gli insegnanti potrebbero aver influito sulle ricerche legate all’argomento scuola, anche se i picchi si sono concentrati sui termini “linee guida scuola dell’infanzia”, “rientriamo a scuola”, “nuovi banchi di scuola” e “a settembre si va a scuola”.

Tra le ricerche spiccano anche “come si tornerà a scuola a settembre” e “protocollo scuola”, segno dell’incertezza che regna tra adulti, genitori e addetti ai lavori.

Le ricerche dei più giovani

Sono invece maggiormente interessati a all’estetica e all’equipaggiamento necessario per le attività scolastiche i ragazzi. Per i più giovani l’analisi dei trend si sposta su Youtube, dove la ricerca mostra un deciso picco legato a “back to school” (+850%).

Su Youtube, l’interesse è tutto su video in cui giovani “studenti influencer” mostrano/suggeriscono i loro acquisti per il ritorno a scuola: dalla cancelleria ai vestiti, dai trucchi ai consigli.

“Scuola coronavirus”

Anche la parola chiave “scuola coronavirus” ha registrato un picco molto evidente nell’ultimo mese, soprattutto in Calabria, Sicilia e Molise. Mentre negli ultimi sette giorni, emerge una forte preoccupazione per la sicurezza sui trasporti, soprattutto al centro–nord.

Attenzione elevata anche sul tema mascherine: la parola chiave “mascherine scuola” ha fatto registrare un picco del 190%, così come “mascherine scuola primaria”(+90%). Umbria, Liguria e Piemonte sono le regioni più sensibili e le più attive su questo tema.

Tra le attività pre-scuola ottiene un buon posizionamento anche la ricerca dei libri di testo per il nuovo anno.