Home Notizie utili ELETTRODOMESTICI, NUOVE MISURE GREEN DALL’UE

ELETTRODOMESTICI, NUOVE MISURE GREEN DALL’UE

30
0

I produttori di elettrodomestici dovranno creare prodotti riciclabili, riparabili e che si possano smaltire

Claudia Ciriello

Lo scorso 1 ottobre la Commissione Europea ha adottato una serie di nuove regole relative alla progettazione ecocompatibile, che stabiliscono l’efficienza energetica e altri requisiti per diversi gruppi di prodotti tra cui frigoriferi, lavatrici, lavastoviglie, e televisori. I produttori in pratica, saranno tenuti a adottare una politica ecocompatibile realizzando prodotti riciclabili, riparabili, riutilizzabili oltre che facilmente smaltibili nell’ottica della economia circolare.

 

L’obiettivo è proprio quello di ridurre le emissioni di CO2 e favorire una politica di economia circolare in piena sintonia con gli obiettivi dell’agenda 2030. In che modo? Prevedendo per la prima volta a livello europeo i requisiti di riparabilità e riciclabilità degli elettrodomestici sopra indicati, al fine di migliorarne la durata, la manutenzione, il riutilizzo, e il riciclaggio, compresa la loro gestione ogni qualvolta vengono dismessi.

Il risparmio energetico

Queste nuove misure unitamente alle etichette di efficienza energetica adottate lo scorso 11 marzo sempre dall’Europa, saranno in grado di garantire un risparmio energetico oltre che economico per i consumatori.

Le due misure insieme infatti, renderanno possibile risparmiare 167 terawatt/ora di energia l’anno da qui al 2030, evitando da una parte l’emissione di oltre 46 milioni di tonnellate di CO2 equivalente e consentendo al contempo, per le famiglie europee, un risparmio in media di circa 150 euro l’anno.

Oltre alla disposizione europea sarà necessaria la collaborazione di diversi attori, dalle case produttrici di elettrodomestici ai consumatori, in modo da riuscire a invertire la rotta e riuscire a raggiungere gli obiettivi generali prefissati per la tutela dell’ambiente.

Anche il fenomeno della obsolescenza programmata dei prodotti dovrebbe essere più contenuto se si considerano le disposizioni previste per la riparazione e la garanzia dei beni, anch’essi ampliati di recente. L’auspicio è quello di raggiungere gli obiettivi in un tempo congruo a salvare il nostro pianeta.