Home Notizie utili AGLI ITALIANI PIACE ANCORA IL CONTANTE. 43 EURO SU 100 PAGATI IN...

AGLI ITALIANI PIACE ANCORA IL CONTANTE. 43 EURO SU 100 PAGATI IN BANCONOTE

17
0

Agli italiani piace ancora il contante. Potendo scegliere, il 37% dei connazionali preferisce pagare con banconote e monete sonanti, mentre l’altra parte del campione, il 63%, indica una preferenza per le carte elettroniche o per altri mezzi di trasferimento denaro. Ogni 100 euro di spesa, 43 vengono pagati in contanti. Si tratta soprattutto di piccole spese, anche se l’11,9% indica i contanti per qualunque tipo di acquisto. Quasi il 18% di connazionali dichiara però di usare i contanti solo quando la carta elettronica non è accettata. I dati vengono da una indagine commissionata da Facile.it.

 

Oltre un terzo della popolazione adulta, pari a circa 16 milioni di persone, preferisce ancora pagare con denaro contante piuttosto che utilizzare carte di credito, bancomat o prepagate. L’indagine è stata realizzata per Facile.it dall’istituto mUp Research in collaborazione con Norstat su un campione rappresentativo della popolazione italiana con età compresa tra i 18 e i 74 anni, con l’obiettivo di fotografare le abitudini dei consumatori in materia di pagamenti. Emergono così preferenze e differenze di genere.

Più di un italiano su tre  (37%) dichiara di preferire il denaro contante alle carte di pagamento elettronichema le percentuali cambiano sensibilmente in base alle caratteristiche sociodemografiche del campione. A dispetto dei luoghi comuni che ritraggono le donne a strisciare la carta di credito “in preda ad attacchi di shopping compulsivo”, dicono dalla ricerca, sono le donne a preferire in misura maggiore i contanti (40%) rispetto agli uomini (34%). La differenza per età racconta che i contanti sono preferiti soprattutto dai giovani: fra i 18 e i 24 anni il 43% preferisce utilizzare denaro contante, tra gli adulti nella fascia 65-74 la percentuale scende invece al 31%. Ci sono anche differenze territoriali: banconote e monete sono più apprezzate al Sud (41%), mentre le regioni del Nord-Ovest (31%) esprimono la più bassa percentuale di gradimento per il contante.

Ma quanto si usano davvero i contanti? Dall’indagine emerge che per ogni 100 euro di spesa 43 euro vengono pagati con denaro contante. Ci sono delle differenze: le donne pagano di più in contanti, in media 46 euro contro i 41 euro pagati dagli uomini; al Sud si usano più contanti, pari a 45 euro su 100 (al Nord-Ovest ci si ferma a 35 euro).

Alla domanda “per quali spese usa i contanti?”, la casistica più ricorrente, indicata dal 70% degli intervistati, è legata alle spese di piccolo taglio, mentre per quelle più grosse vengono utilizzate le carte elettroniche. Il 17,8%% dichiara di utilizzare banconote o monete solo se è l’unico metodo di pagamento accettato, mentre l’11,9% pari a 5 milioni di persone, ammette che per qualunque spesa, indipendentemente dall’importo, sceglie i contanti come prima opzione.