Home Le Notizie Voucher viaggi estesi a 24 mesi, associazioni: danno per i consumatori

Voucher viaggi estesi a 24 mesi, associazioni: danno per i consumatori

46
0

I voucher emessi per voli, biglietti dei treni, soggiorni in strutture ricettive, pacchetti turistici ma anche per gite scolastiche e viaggi di istruzione avranno durata di 24 mesi. Unc: Dl Sostegni peggiorato con le modifiche sui voucher viaggi

Il Governo ha posto la fiducia sul Dl Sostegni, all’esame del Senato. Una notizia che l’Unione Nazionale Consumatori non ha accolto favorevolmente. Si ricorda, infatti, che tra le norme previste rientra quella sui voucher per i viaggi saltati a causa della pandemia.

In particolare, le commissioni Bilancio e Finanze del Senato hanno approvato la proroga di sei mesi della durata dei voucher emessi per voli, biglietti dei treni, soggiorni in strutture ricettive, pacchetti turistici ma anche per gite scolastiche e viaggi di istruzione. Quindi la durata dei voucher sarà di 24 mesi e non più di 18.

Resta fermo, invece, il rimborso al termine dei 24 mesi se il voucher rimane inutilizzato. Si prevede anche che questi voucher possano essere ceduti alle agenzie di viaggio.

Dl sostegni, Unc: testo peggiorato con le modifiche sui voucher viaggi

“Male la fiducia sul Dl Sostegni. Temiamo voglia dire che si sono recepite tutte le ultime modifiche sui voucher apportate in Commissione Bilancio e Finanze del Senato, che hanno pesantemente peggiorato il Dl Sostegni, modificando l’art. 88 e 88 bis del Cura Italia, estendendo la durata dei voucher e ritardando, così, la restituzione dei soldi ai consumatori”, afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Un’occasione perduta – prosegue. – Speriamo la fiducia non implichi un testo blindato alla Camera, che deve poter rivedere il testo, migliorandolo e togliendo lo sconcio dei voucher. Un’operazione miope, che certo non contribuirà a rilanciare i consumi, invogliando gli italiani ad andare in vacanza”, conclude Dona.

Anche altre associazioni a tutela del consumatore hanno espresso un parere contrario alle nuove disposizioni previste dal Dl Sostegni in materia di voucher viaggi.

Il parere delle AACC

“Siamo di fronte all’ennesimo provvedimento concepito con la chiara intenzione di aiutare e sostenere il settore del turismo, devastato dalla pandemia, ma sarebbe ora di pensare anche ai cittadini”, ha commentato Emilio ViaforaPresidente Federconsumatori.

Per Adiconsum, Centro Tutela Consumatori e Utenti e Centro Europeo Consumatori Italia si tratta di una “nuova beffa per i consumatori”.

“L’estensione ulteriore della validità dei voucher rappresenta un’eccessiva compressione dei diritti di coloro che, non potendo usufruire dei vari servizi acquistati, vedranno allontanarsi il momento del rimborso” dichiara Carlo de MasiPresidente di Adiconsum.

“Considerato che l’emergenza sanitaria è ancora in corso, è probabile che i voucher, soprattutto quelli emessi in relazione a pacchetti turistici che ammontano spesso a varie migliaia di euro, non saranno utilizzati , stante il persistere dell’incertezza sulle prenotazioni di vacanze nell’anno corrente”, ha affermato Gunde BauhoferDirettrice del Centro Tutela Consumatori e Utenti.