Home Notizie utili SHOPPING ONLINE, COSA FRENA I CONSUMATORI EUROPEI? LA PRIMA PREOCCUPAZIONE È LA...

SHOPPING ONLINE, COSA FRENA I CONSUMATORI EUROPEI? LA PRIMA PREOCCUPAZIONE È LA SICUREZZA DEI PAGAMENTI

13
0

Dopo la preferenza per l’acquisto di persona, uno dei motivi che rappresenta una barriera per l’e-commerce è la preoccupazione per la sicurezza dei pagamenti online e per la privacy

Sabrina Bergamini

Cosa frena i consumatori europei dallo shopping online? Dopo la preferenza per l’acquisto di persona, direttamente in negozio o faccia a faccia col venditore, uno dei motivi che inquieta i consumatori e diventa dunque una barriera per l’e-commerce è la preoccupazione per la sicurezza dei pagamenti online o per problemi di privacy. Che nel 2019 ha impedito al 6% dei cittadini europei di età compresa fra 16 e 74 anni di acquistare online, un punto percentuale in meno rispetto al 7% del 2017 e cinque punti in meno rispetto all’11% del 2019.

 

C’è dunque una tendenza al ribasso, negli ultimi dieci anni, per le preoccupazioni che riguardano la sicurezza dei pagamenti e lo shopping online.

Gli europei si fidano di internet per fare shopping?

I dati vengono da Eurostat e sono stati diffusi in occasione della Giornata europea sulla privacy di ieri. La richiesta di partenza: se i cittadini europei si fidano di internet per fare shopping online.

Gli ultimi dati disponibili sull’uso delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione evidenziano che uno dei motivi per cui i cittadini non hanno fatto acquisti, ordinato beni o servizi su Internet negli ultimi 12 mesi sono stati appunto i problemi di sicurezza dei pagamenti o le questioni legate alla privacy, come l’uso fraudolento della carta di pagamento.

Le preoccupazioni relative alla sicurezza dei pagamenti, col 6% in media Ue, rappresentano la seconda barriera più segnalata nel 2019 dopo la preferenza per gli acquisti fatti di persona, indicata dal 18% dei cittadini europei.

Altri motivi addotti sono legati alla mancanza di competenze, ai problemi di fiducia nella ricezione o restituzione della merce, al fatto che non si possieda una carta di credito o alle difficoltà di consegna, ragioni che hanno scoraggiato meno del 5% degli europei dal fare acquisti online.

Come per tanti altri aspetti, queste preoccupazioni variano molto da paese e paese. La percentuale di cittadini che non fa acquisti online perché preoccupata dalla sicurezza dei pagamenti va infatti dall’1% delle persone in Estonia al 23% in Portogallo. Il tasso è comunque inferiore al 10% quasi ovunque tranne in cinque Stati, nell’ordine Portogallo, Spagna, Ungheria, Finlandia e Cipro.