Home Le Notizie PROBLEMI DI DEBITI, COSA FARE?

PROBLEMI DI DEBITI, COSA FARE?

140
0

Inutile girarci intorno: la pandemia ha messo in difficoltà un crescente numero di famiglie alle prese con problemi di debiti. Ci scrivono decine di persone con questo genere di difficoltà: “mi hanno pignorato casa e vorrei trovare una soluzione…”; “vorrei provare a trovare un accordo transattivo di saldo e stralcio con la banca per chiudere il mio debito a ripartire…”“vorrei capire se è possibile rateizzare il rientro della mia esposizione debitoria con la banca…”, “vorrei verificare se, in fase contrattuale, la banca ha applicato tassi irregolari”; “vorrei ridurre l’importo delle mie cartelle esattoriali”.

Problemi di debiti. i casi più comuni

Queste sono alcune delle domande che giungono ai nostri sportelli da parte di consumatori alle prese con problemi di debiti: domande legittime da parte di chi si ritrova con la casa pignorata e vorrebbe evitare di perderla o chi vorrebbero chiudere il proprio debito con la banca trovando un accordo di saldo e stralcio, risparmiando e senza passare per le vie legali. Verifichiamo spesso situazioni dove la banca ha applicato tassi di interesse troppo alti ai propri clienti, talvolta rendendo i contratti di finanziamento eccessivamente onerosi, nonostante il tasso sia formalmente “in regola”, addebitando ai clienti varie spese aggiuntive.

Così come può accadere che ci si trovi davanti a cartelle esattoriali lievitate oltre ogni immaginazione. E dopo aver rimandato troppo a lungo, i nodi vengono al pettine. 

In tutti questi casi è necessario verificare la situazione per capire le soluzioni possibili e più vantaggiose per i consumatori. Noi di UNC facciamo proprio questo ai nostri sportelli: assistiamo  i nostri soci svolgendo un’analisi preliminare e confrontandoci con loro per poterli consigliare al meglio sulla modalità di gestione del rapporto con la banca. 

PER QUALSIASI INFORMAZIONE E TUTELA CONTATTA L’ASSOCIAZIONE 3288310045 O SCRIVI ALLA MAIL: xsavio@libero.it o collegati al sito www.uniconsum.it

Autore: Unione Nazionale Consumatori