Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

In un Paese strano come l’Italia capita anche che molti volontari tra medici in pensione, personale paramedico e assistenti sanitari che hanno dato la propria disponibilità a collaborare per la campagna di vaccinazione in atto, sono impediti a farlo perché nonostante la gratuità delle prestazioni erogate, dovrebbero pagarsi anche l’assicurazione sanitaria.

E’ una vergogna denunciata dall’Unione Nazionale Consumatori Calabria, ricevendo le lamentele del personale sanitario, che nonostante le cifre stratosferiche del debito sanitario accumulato dalle aziende sanitarie calabresi, non si riesca a trovare la disponibilità di impegnare degli importi irrisori per coprire i rischi del personale sanitario volontario che vorrebbe collaborare a velocizzare le attività di vaccinazione e che dovrebbe sobbarcarsi anche l’onere di pagarsi una polizza assicurativa.

Oggetto dell’indagine le condotte della compagnia in merito alla cancellazione di voli operanti dal 3 giugno 2020, Antitrust: “EasyJet ha sfruttato indebitamente la giustificazione relativa all’emergenza epidemiologica, per limitare i diritti dei consumatori”

L’Antitrust ha deciso di irrogare a EasyJet Airline una sanzione amministrativa di 2.800.000 euro, per pratica commerciale scorretta. È quanto si apprende dal Bollettino settimanale diffuso oggi dall’Autorità.

Oggetto dell’indagine i biglietti aerei per voli operanti dal 3 giugno 2020, data a partire dalla quale – con il D.L. n. 33 del 16 maggio 2020, che ha nuovamente consentito gli spostamenti all’interno e all’esterno del territorio nazionale – sono venuti meno i limiti alla circolazione stabiliti dai provvedimenti governativi di contenimento dell’epidemia di Covid-19.

 

I voucher emessi per voli, biglietti dei treni, soggiorni in strutture ricettive, pacchetti turistici ma anche per gite scolastiche e viaggi di istruzione avranno durata di 24 mesi. Unc: Dl Sostegni peggiorato con le modifiche sui voucher viaggi

Il Governo ha posto la fiducia sul Dl Sostegni, all’esame del Senato. Una notizia che l’Unione Nazionale Consumatori non ha accolto favorevolmente. Si ricorda, infatti, che tra le norme previste rientra quella sui voucher per i viaggi saltati a causa della pandemia.

Ho un problema con il contatore del gas: non registra più i numeri del consumo da molto tempo. Dopo averlo segnalato, mi è arrivata ieri via mail la comunicazione dell’appuntamento per la verifica del contatore e temo che, essendo un contatore elettronico, i tecnici possano risolvere l’anomalia da remoto e addebitarmi quindi il costo dell’intervento, cosa posso fare?

Il Superbonus per il risparmio energetico, accompagnato dalla detrazione fiscale del 110% delle spese effettuate, è uno degli interventi più incisivi che sono stati introdotti nella Legge di Bilancio 2021 per fronteggiare l’emergenza economica legata la Covid 19.

A dimostrazione dell’importanza di questa misura per le famiglie: il Presidente Mario Draghi si è impegnato a prorogare il bonus fino al 2023.

Ovviamente per poter accedere a questi importanti benefici è necessario rispettare dei requisiti stringenti.

La norma è molto articolata e complessa e prevede come importantissima novità rispetto agli ecobonus per l’efficientamento energetico degli edifici introdotti negli scorsi anni due novità fondamentali:

Portare il cane a spasso in aree urbane è un piacere. Ma cosa può succedere se non si rispettano gli obblighi dettati dalla legge? Molti proprietari non li conoscono tutti o fingono di ignorarli, invece sono importanti per la tutela degli animali e delle persone.

Il responsabile del cane in aree urbane

Secondo la legge (ORDINANZA Min. Sal., concernente la tutela dell’incolumità pubblica dall’aggressione dei cani; art. 672 cp; art. 2052 cc), il proprietario di un cane è responsabile del benessere, del controllo e della conduzione del proprio animale e risponde di danni lesioni a persone, altri animali e cose provocati dall’animale stesso, anche se era smarrito o fuggito, a meno che non si riesca a provare il caso fortuito (evento imprevisto, imprevedibile e inevitabile).

Per avere il gelato sempre a portata di cucchiaio le alternative sono due: si può scegliere di acquistare il gelato in vaschetta al supermercato o in gelateria, o si può preparare il gelato comodamente in casa con l’ausilio di una gelatiera.

L’alternativa che meglio coniuga risparmio e qualità del gelato è la realizzazione del gelato in casa con l’ausilio della gelatiera. Ma quali tipi di gelatiera è possibile trovare in commercio e come fare per scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze?

In questo articolo prenderemo in considerazione proprio questa tematica, ed andremo ad osservare le caratteristiche delle tre tipologie di gelatiera per uso domestico attualmente sul mercato: le gelatiere a manovella, quelle ad accumulo e quelle a compressore. Ognuna di queste tipologie ha caratteristiche particolari che determinano una maggiore o minore praticità d’utilizzo; ogni tipologia inoltre appartiene ad una fascia di prezzo diversa: l’obiettivo di questo articolo è quindi quello di fornirvi tutte le informazioni necessarie a trovare il modello più adatto alle vostre esigenze.