Home Sanità CERTIFICATO MEDICO PER ATTIVITÀ SPORTIVA: QUANDO È OBBLIGATORIO?

CERTIFICATO MEDICO PER ATTIVITÀ SPORTIVA: QUANDO È OBBLIGATORIO?

36
0

CERTIFICATO MEDICO DA  0 A 6 ANNI

Non c’è l’obbligo di presentare il certificato medico per l’attività sportiva svolta dai bimbi da 0 a 6 anni, fatta eccezione dei casi segnalati dal pediatra. Lo prevede un decreto emanato dal ministero della Salute a marzo 2018 di concentro col ministero dello Sport e che riguarda lo sport praticato in età prescolare. Il decreto stabilisce: “Non sono sottoposti ad obbligo di certificazione medica, per l’esercizio dell’attività sportiva in età prescolare, i bambini di età compresa tra 0 e 6 anni, ad eccezione dei casi specifici indicati dal pediatra”.

CERTIFICATO MEDICO PER I PIU’ GRANDI

Il certificato per la pratica sportiva non agonistica è obbligatorio invece per:

  • gli alunni che svolgono attività fisico-sportive parascolastiche, organizzate cioè dalle scuole al di fuori dall’orario di lezione
  • coloro che fanno sport presso società affiliate alle Federazioni sportive nazionali e al Coni (ma che non siano considerati atleti agonisti)

I medici autorizzati al rilascio di questi certificati sono :

  • il medico di medicina generale per i propri assistiti
  • il pediatra di libera scelta per i propri assistiti
  • il medico specialista in medicina dello sport ovvero i medici della Federazione medico-sportiva italiana del Comitato olimpico nazionale italiano

Il controllo deve essere annuale e il certificato ha validità di un anno con decorrenza dalla data di rilascio.

Per ottenere il rilascio del certificato è necessaria l’anamnesi e l’esame obiettivo con misurazione della pressione e di un elettrocardiogramma  a riposo effettuato almeno una volta nella vita. (Per chi ha superato i 60 anni associati ad altri fattori di rischio cardiovascolare, è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente).

Anche per coloro che, a prescindere dall’età, hanno patologie croniche conclamate che comportano un aumento del rischio cardiovascolare è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente. Il medico può prescrivere altri esami che ritiene necessari o il consulto di uno specialista.

I certificati per l’attività non agonistica sono a pagamento se rilasciati dai medici sportivi mentre sono gratuiti se rilasciati dai medici di famiglia o dai pediatri di libera scelta convenzionati con il SSN, ma solo nei seguenti casi: attività sportive parascolastiche, su richiesta del Dirigente Scolastico. Ovviamente la gratuità riguarda la visita e la certificazione, non l’eventuale esame strumentale ECG, il cui costo è a carico del consumatore.

Autore: Unione Nazionale Consumatori