Home Turismo BONUS VACANZE, FEDERALBERGHI: IL RESIDUO RESTI AGLI HOTEL. UNC: NO, VADA ALLE...

BONUS VACANZE, FEDERALBERGHI: IL RESIDUO RESTI AGLI HOTEL. UNC: NO, VADA ALLE FAMIGLIE

33
0

Federalberghi sostiene che il tesoretto di oltre 500 milioni di euro inutilizzato per il bonus vacanze dovrebbe essere utilizzato per il comparto ricettivo. Per l’Unione Nazionale Consumatori, invece, sono i clienti i legittimi destinatari e beneficiari del provvedimento

Per il presidente di FederalberghiBernabò Bocca, il tesoretto di oltre 500 milioni di euro inutilizzato per il bonus vacanze deve andare agli hotel.

“Per la nostra federazione – afferma Bocca in una nota – recuperare e reindirizzare questi fondi rappresenta una priorità, proprio perché siamo consapevoli di esserne i legittimi destinatari. Con la somma non ancora utilizzata dalla misura dei buoni vacanze, sarebbe per noi essenziale finanziare due provvedimenti: l’abolizione della seconda rata IMU e la proroga del credito di imposta sugli affitti sino al 31 dicembre 2021”.

Non è d’accordo l’Unione Nazionale Consumatori.

Bonus vacanze, UNC: favorire la ripresa della domanda

Il tesoretto vada alle famiglie! Sono i clienti i legittimi destinatari e beneficiari del provvedimento del bonus vacanze e solo, indirettamente, gli alberghi. Sarebbe uno schiaffo in faccia ai consumatori”, afferma Massimiliano Donapresidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Semmai si tratta di fare in modo che quei soldi siano sempre utilizzati per far ripartire il turismo e il settore in crisi, attraverso una ripresa della domanda – prosegue Dona -. Da sempre abbiamo detto che, per come era concepito, il bonus sarebbe stato un flop, senza un radicale cambiamento del meccanismo. Per questo avevamo chiesto l’azzeramento temporaneo dell’Iva per pacchetti turistici e alberghi”.

“Ora rilanciamo, chiedendo Iva zero per le prossime vacanze di Natale, da Natale alla Befana” conclude Dona.