Home Economia ARRIVA IL RIMBORSO IMU PER I LOCATORI CON INQUILINI MOROSI

ARRIVA IL RIMBORSO IMU PER I LOCATORI CON INQUILINI MOROSI

27
0

Annamaria Villafrate

Pronto il decreto attuativo della norma del Sostegni bis che riconosce il rimborso Imu ai locatori che hanno ottenuto la convalida di sfratto per morosità

Esenzione Imu locatori con conduttori morosi

Arrivata il decreto attuativo del Ministero dell’Economia e Finanze Daniele Franco, che da attuazione all’art. 4 ter del Dl n. 73/2021, che contiene “Misure urgenti connesse all’emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali”.

La norma prevede l’esenzione dal versamento dell’imposta municipale propria in favore dei locatori proprietari d’immobili, che sono stati costretti ad avviare procedure di sfratto a causa del mancato pagamento dei canoni di locazione da parte dei loro inquilini. Vediamo in che cosa consiste più nel dettaglio la misura, chi sono i destinatari e cosa si deve fare per avere diritto all’esenzione.

Destinatari dell’esenzione Imu

Sono destinatari dell’esenzione Imu per il 2021 le persone fisiche che possiedono un immobile concesso in locazione ad uso abitativo e che hanno ottenuto l’emissione di una convalida di sfratto per morosità entro il 28 febbraio 2020, con esecuzione sospesa sino al 30 giugno 2021.

L’esenzione è concessa inoltre in favore delle persone fisiche titolari di un immobile concesso in locazione ad uso abitativo, che hanno ottenuto l’emissione di una convalida di sfratto per morosità dopo la predettadata del 28 febbraio 2020, la cui esecuzione è stata sospesa fino al 30 settembre 2021 o fino al 31 dicembre 2021.

Rimborso IMU

Per quanto riguarda il rimborso il Dm del Ministro dell’Economia prevede che i soggetti suddetti, ossia le persone fisiche che hanno locato immobili e che hanno ottenuto le convalide di sfratto hanno diritto ad ottenere il rimborso della prima rata IMU 2021 che hanno versato entro il 16 giugno 2021. Per coloro che invece, entro il 16 giugno hanno versato l’intero importo, è previsto il rimborso dell’intera somma.

Contenuto dell’istanza di rimborso

Il decreto attuativo dispone che i soggetti che hanno diritto ad ottenere il rimborso dell’Imu devono presentare apposita istanza al Comune in cui devono essere dichiarati i seguenti dati:

  • generalità del locatore;
  • dati identificativi dell’immobile gravato dall’imposta;
  • possesso dell’immobile;
  • concessione in locazione dello stesso;
  • estremi del provvedimento che ha riconosciuto al locatore la convalida di sfratto per morosità nel rispetto dei termini sopra indicati;
  • gli estremi del documento che attesta il versamento della prima o unica rata riferita all’Imu 2021;
  • l’importo di cui si richiede il rimborso;
  • le coordinate bancarie necessarie per ricevere l’accredito.

I soggetti destinatari del rimborso devono inoltre dichiarare la presenza delle condizioni che danno diritto al rimborso Imu e l’importo del rimborso nello spazio dedicato alle annotazioni del modello di dichiarazione IMU da presentare anche in via telematica entro il 30 giugno del 2022.