Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

I consumatori hanno il diritto di  scegliere quale modem utilizzare per la connessione a internet, a prescindere dalla soluzione proposta dall’operatore telefonico da cui sono serviti: a stabilirlo la delibera 348/18/CONS,  dell’Agcom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) entrata in vigore il 31 dicembre 2018. I consumatori che hanno già un contratto, e intendono dotarsi autonomamente di un modem, non devono preoccuparsi: possono infatti chiedere e ottenere dall’operatore la rescissione gratuita del contratto, senza penali per il modem che dovrà essere restituito.

Se ricevete una telefonata dell’Unione Nazionale Consumatori che vi invita a cambiare operatore di telefonia è una truffa: non siamo noi!

Un paio di settimane fa vengo contattato al telefono da una associazione dei consumatori che mi informa degli aumenti tariffari del mio gestore di telefonia rassicurandomi sul fatto che (per legge) avrei potuto disdire il mio attuale contratto senza pagare penali. Incuriosito ho chiesto informazioni e il (gentilissimo) operatore mi riferisce che era un servizio offerto dall’Unione Nazionale Consumatori! Incredibile, proprio la associazione di cui sono il presidente (e che naturalmente non si sognerebbe mai di fare simili telefonate!).

di Gabriella Lax

Il telefono suona e non conoscete il numero? Attenzione, vi mettiamo in guardia perché dietro potrebbe nascondersi una fregatura. Sono tante e svariate le truffe perpetrate tramite i cellulari, nelle quali rischiano di incappare anche i più furbi e svegli.

Truffe telefoniche: le più diffuse

Sono tanti e svariati i casi di truffa perpetrata ai danni di utenti ignari che si limitano a richiamare un numero da cui hanno ricevuto una chiamata o che rispondono sì nel caso in cui venga chiesto se si è titolare di un'utenza. AdnKronos ha cercato di schematizzare le truffe più ricorrenti:

La vittoria per i rimborsi della fatturazione a 28 giorni sembra più vicina: il Consiglio di Stato ha respinto la sospensiva richiesta da Vodafone, Wind Tre e Fastweb e ha suggerito alle società di predisporre un “piano di storno scaglionato” in attesa dell’ udienza di merito fissata per il prossimo 4 luglio.

Per ora le compagnie stanno presentando dei piani alternativi di rimborso sotto forma di servizi.  I consumatori sono liberi di accettarli, ma devono verificare caso per caso se sono effettivamente convenienti e conformi alle linee guida dell’Agcom. In ogni caso resta salvo il diritto del consumatore di avere il rimborso in fattura. 

A partire dal 15 maggio, a tutte le chiamate internazionali e ai messaggi di testo (SMS) all’interno dell’UE verrà applicata una nuova tariffa massima. I consumatori che effettuano chiamate dal loro paese verso un altro paese dell’UE pagheranno un importo massimo di 19 centesimi (+IVA) al minuto e di 6 centesimi (+IVA) per SMS. E l’Europa lo annuncia promettendo chiamate meno care verso altri paesi europei. Le norme si applicheranno in tutti i 28 paesi dell’UE e presto anche in Norvegia, Islanda e Liechtenstein.

Basta alle bollette stratosferiche per chiamare un amico o un famigliare che vive o si trova in un altro Paese Ue, e che ha un numero di telefono non italiano. Chiamare dall’Italia una persona in vacanza o per lavoro o studio in Francia piuttosto che in Spagna o Germania, e che ha un numero locale fisso o di cellulare, diventerà quindi meno caro. È la rivoluzione che scatterà da mercoledì prossimo in tutta Europa, con l’entrata in vigore delle nuove norme Ue che introducono l’obbligo, per tutti gli operatori telefonici, di un tetto massimo dei prezzi per chiamate e messaggi internazionali sia su rete fissa che mobile.

Il mercato della telefonia fissa è un settore particolarmente competitivo e gli operatori fanno a gara ad offrire la promozione più vantaggiosa così da accrescere il proprio bacino di utenti, soprattutto adesso che la fibra raggiunge molte zone. A volte quindi, può succedere di aver appena firmato il nuovo contratto telefonico dell’offerta desiderata che subito si individua un altro abbonamento più conveniente.