Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Si può chiedere il rimborso della tassa di concessione governativa illegittimamente prevista per gli abbonamenti privati e business dei telefoni cellulari. La recente giurisprudenza tributaria ha definito impropria l'applicazione della tassa di concessione governativa sui contratti di abbonamento telefonico, per cui l'Unione Nazionale Consumatori Calabria ha predisposto una lettera di diffida per chiedere il rimborso di quanto pagato negli ultimi 3 anni,  calcolando per i contratti privati 5,16 euro al mese moltiplicato per 36 mesi (per un massimo di 185,76 euro), per i contratti business 12,91 euro al mese per lo stesso periodo (per un massimo di 464,76 euro).

La diffida va inviata alla propria compagnia telefonica presso la sede legale a mezzo raccomandata A/R, e per conoscenza all'Unione Nazionale Consumatori Calabria  anche via fax o posta elettronica. E' necessario allegare copia delle fatture e delle ricevute di pagamento.

 


 
Fac-simile di diffida