Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

di Valeria Zeppilli

Il termine malasanità è utilizzato per fare riferimento a delle carenze delle prestazioni dei servizi sanitari, foriere di danni di più vario genere per i pazienti.

I fenomeni che rientrano in tale definizione sono quindi molteplici.

Malasanità: in cosa consiste

In particolare, per malasanità si intendono:

 

gli errori dei medici nella gestione del paziente, sia nell'esecuzione della prestazione, sia nella diagnosi di una certa patologia

il ricorso a cure o a trattamenti superflui o inutili, come la somministrazione ingiustificata di farmaci o l'esecuzione di un'operazione chirurgica non necessaria

la cattiva gestione della sanità pubblica, in particolar modo le lunghe liste d'attesa per accedere alle prestazioni offerte dal servizio sanitario nazionale.

Il risarcimento del danno per malasanità

I cittadini vittime di malasanità possono comunque ottenere il risarcimento del danno subito e, anzi, le cause aventi a oggetto ipotesi di responsabilità medica nel nostro sistema giudiziario sono molto (se non troppo) diffuse.

In generale possiamo dire che la responsabilità del medico nei confronti del paziente è di natura extracontrattuale, mentre quella della struttura sanitaria è di natura contrattuale, con tutte le conseguenze che ne derivano in termini di onere della prova.

Malasanità e liste d'attesa

Per quanto riguarda, invece, la malasanità che si estrinseca nella cattiva gestione della sanità pubblica, i cittadini devono sapere che il nostro sistema prevede dei tempi ben precisi per l'erogazione delle prestazioni del SSN, decorsi inutilmente i quali si ha diritto di accedere alle prestazioni private, preliminarmente in regime intra moenia, pagando solo il prezzo del ticket.

Leggi Liste d'attesa lunghe in ospedale? Scatta il diritto alla visita privata pagando solo il ticket

Malasanità: la commissione d'inchiesta

L'importanza e la drammaticità del fenomeno della malasanità in Italia ha portato addirittura all'istituzione, qualche anno fa, di una commissione di inchiesta incaricata di valutare gli errori in sanità. Istituita con deliberazione della camera dei deputati del 5 novembre 2008 e costituitasi il 1° aprile 2009, la commissione ha cessato la sua attività il 22 gennaio 2013, contestualmente alla conclusione della XVI legislatura.