Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Gabriella Lax 

Sono i costi nascosti a rendere difficile la lettura. Così Enrico Quaranta, capo di gabinetto dell'Antitrust nel corso di un'audizione al Senato

Bollette, Antitrust: l'audizione al Senato

Bollette in cui i costi non sono facilmente comprensibili dagli utenti a causa di una «complessità e articolazione tale da compromettere significativamente la trasparenza e la comprensibilità delle fatture per l'utenza». Questo ha riferito il capo di gabinetto dell'Antitrust, Enrico Quaranta, in audizione al Senato. La mancanza di chiarezza costringe l'utenza a fare scelte non consapevoli.

Elettronica di consumo, ci sarà un team di lavoro congiunto fra la Federazione Optime e Unc

Un team di lavoro congiunto fra Optime e Unione Nazionale Consumatori. A pochi giorni dall’Assemblea Generale del 17 luglio, Optime – Osservatorio per la Tutela del Mercato dell’Elettronica in Italia, annuncia un’iniziativa con l’Unione Nazionale Consumatori.

La federazione Optime ha come obiettivo la tutela della leale concorrenza tra imprese operanti nel settore dell’elettronica di consumo in Italia e il rispetto delle norme che disciplinano il settore a tutela dei consumatori e dell’economia nazionale nel suo complesso.

Secondo l’Osservatorio sulle Frodi Creditizie realizzato da CRIF-MisterCredit, il danno stimato supera i 150 milioni di euro. Colpiti soprattutto gli uomini under 30

Francesca Marras

Il fenomeno delle frodi creditizie tramite furto di identità è sempre diffuso e in crescita. L’ultimo aggiornamento dell’Osservatorio sulle Frodi Creditizie e i furti di identità realizzato da CRIF-MisterCredit evidenzia che nel 2019 in Italia i casi rilevati siano stati oltre 32.300, per un danno stimato che supera i 150 milioni di euro.

Un trend in crescita del +19,7% rispetto all’anno precedente ma che ha registrato allo stesso tempo una riduzione dell’importo medio (-5,9%), attestatosi a circa 4.650 Euro.

Le elaborazioni relative ai primi 4 mesi del 2020 mostrano un ulteriore incremento nei primi 2 mesi dell’anno (+5%), prima che il lockdown attenuasse la dinamica nel successivo bimestre (-12,8%) a seguito della riduzione degli spostamenti delle persone e la temporanea chiusura della quasi totalità degli esercizi commerciali.

Portare il cane in spiaggia è un’abitudine frequente per molti consumatori che (giustamente!) vogliono condividere anche le vacanze con il proprio animale domestico. Purtroppo, però, non tutte le località balneari sono adatte ad accogliere gli amici a quattro zampe e quindi, prima di partire è bene informarsi sull’esistenza di provvedimenti locali che disciplinino l’area di villeggiatura. Non esiste infatti una legge nazionale che regolamenta l’accesso degli animali alle spiagge libere e alle acque demaniali, pertanto, in assenza di espliciti divieti regionali, comunali o delle autorità marittime valgono le regole generali per i luoghi pubblici che prevedono che possano girare se sono tenuti al guinzaglio o se hanno la museruola.

Le famiglie in affitto destinano oltre il 20% della spesa al pagamento del canone. In Italia, il 18,4% delle famiglie paga un affitto per l’abitazione in cui vive. La percentuale va dal minimo delle Isole (14,5%) al massimo del Nord-ovest (20,7%). La spesa media per le famiglie che pagano un affitto è di 412 euro mensili a livello nazionale, più alta nel Centro (469 euro) e nel Nord (457 euro nel Nord-ovest e 435 euro nel Nord-est) rispetto a Sud (310 euro) e Isole (293 euro).

Il coronavirus ha messo in evidenza le disuguaglianze digitali a scuola. Secondo un’indagine Agcom, oltre il 10% degli studenti non è stato raggiunto dalle lezioni a distanza

Sabrina Bergamini

Esclusi dalle lezioni a distanza. Senza pc o tablet, o con la necessità di condividerli in famiglia, senza spazi sufficienti per studiare o con una connessione troppo lenta. Il coronavirus ha esacerbato le disuguaglianze digitali a scuola perché la didattica a distanza non ha raggiunto tutti gli studenti, per motivi diversi, ma con un unico esito: aumentare ancor di più le differenze sociali e culturali e lasciare indietro una parte di giovani.

Quanti? Prova a rispondere l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, stimando che durante la chiusura delle scuole e le lezioni da remoto, il 12,7% degli studenti non abbia usufruito della didattica a distanza.

Annamaria Villafrate 

La Cassazione ribadisce che il condomino è tenuto al pagamento pro-quota dei debiti sorti verso terzi quando egli è parte del Condominio

Il condomino subentrato dopo che è sorto il debito paga pro-quota

Con l'ordinanza n. 12589/2020 la Cassazione accoglie il ricorso di un condomino condividendone la tesi secondo cui egli non è obbligato verso terzi per debiti sorti quando non era ancora entrato a fra parte del Condominio. Il condomino infatti sostenendo sin dall'inizio questa teoria si oppone al precetto notificatogli da un avvocato del Condominio di cui fa parte dal 2013.