Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Sabato 27 maggio si è svolto in tutta Italia il previsto incontro tra le associazioni dei consumatori ed i Consigli Notarili distrettuali per la presentazione della Guida “Dopo di noi, Amministratore di sostegno, gli strumenti per sostenere le fragilità sociali.

Per la Calabria ha partecipato all’evento l’Unione Nazionale Consumatori Calabria, perché come sostiene l’Avv. Saverio Cuoco, responsabile regionale dell’associazione, la tutela delle persone con disabilità, rappresenta una for­te esigenza sociale ed è importante avere strumenti idonei a garantire al disabile, per tutta la durata della vita, un’assi­stenza non solo morale ma anche materiale rispettosa della sua dignità.

Per tale motivo è nata una guida per il Cittadino, facil­mente accessibile, che illustra gli strumenti giuridici di primaria impor­tanza per affrontare situazioni sociali complesse e dolorose con maggiore consapevolezza e con il necessario sostegno.

Nel corso della presentazione che si è svolta alla presenza del notaio Achille Giannitti, presidente del Consiglio Notarile dei distretti riuniti di Reggio Calabria e Locri, l’Avv. Elisabetta Congiusta, legale dell’associazione, ha illustrato nel suo intervento i numerosi eventi e le manifestazioni svolte dall’associazione a difesa dei consumatori, a fianco dei soggetti più deboli, al fine di cercare di diminuire le differenze informative tra i consumatori stessi.

Le “barriere” di cui spesso si parla non sempre sono “di origine architettoniche”, ma anche culturali, sociali e tecnologiche.

L’UNC da questo punto di vista, ha proseguito l’Avv. Congiusta, si muove su due binari, quello della formazione di nuovi operatori che sappiano rispondere adeguatamente alle esigenze delle persone con fragilità “sociali” e quello dell’utilizzo consapevole della tecnologia per rendere maggiormente fruibili i siti alle persone disabili.

In tale ottica è da inquadrare l’importantissima collaborazione tra Notai ed esponenti dell’associazione, volta a fornire ai cittadini attraverso un linguaggio semplice e chiaro ogni informazione su quelli che sono gli strumenti giuridici predisposti a tutela delle fragilità sociali a partire dalla recente legge n. 112/2016 nota come legge “sul dopo di noi”.

L’obiettivo è quello di tutelare e garantire il benessere e l’autonomia delle persone con disabilità grave che si trovano progressivamente a dover fare a meno del sostegno dei genitori/familiari.

Dagli ultimi dati Istat disponibili (2012-2013) si stima che il fenomeno della disabilità riguardi circa 3,2 milioni di individui, di cui 2,5 milioni sono anziani. Più alta la quota tra le donne, circa il 70% contro il 30% tra gli uomini. 1,8 milioni persone sono disabili gravi. Circa 540 mila hanno meno di 65 anni. La platea dei potenziali beneficiari della legge dopo di noi è di circa 127 mila disabili con meno di 65 anni privi di sostegno familiare, di cui circa 38 mila mancanti di entrambi i genitori e 89 mila con genitori anziani.

Circa la metà dei disabili gravi con meno di 65 anni grava completamente sui familiari conviventi. Rispetto alle circa 52 mila persone che vivono sole, una quota del 19% , pari a circa 10 mila persone  non può contare su alcun aiuto.

Con la legge 112/2016, nota come legge sul “Dopo di noi”, il legislatore ha introdotto importanti agevolazioni fiscali a supporto di tutte quelle iniziative orientate alla tutela delle persone con disabilità gravi ed è stata emanata in attua­zione dei principi della Costituzione, della Carta dei diritti fon­damentali dell’Unione Europea e della Convenzione delle Na­zioni Unite sui diritti delle persone con disabilità.

La legge è volta a favorire il benessere, la piena inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità grave per il raggiungimento dei quali il legislatore ha previsto impor­tanti agevolazioni fiscali.

Come testualmente previsto nei commi 2° e 3° dell’art.1, la leg­ge “disciplina misure di assistenza, cura e protezione nel superio­re interesse delle persone con disabilità grave, non determinata dal naturale invecchiamento o da patologie connesse alla senilità, pri­ve di sostegno familiare in quanto mancanti di entrambi i genitori o perché gli stessi non sono in grado di fornire l’adeguato sostegno genitoriale, nonché in vista del venir meno del sostegno familiare, attraverso la progressiva presa in carico della persona interessata già durante l’esistenza in vita dei genitori. 

Il vademecum è distribuito dal Consiglio Nazionale del Notaria­to e dalle Associazioni dei Consumatori che hanno partecipato alla sua realizzazione.

La guida on line potrà essere richiesta direttamente all’indirizzo di posta elettronica dell’Unione Nazionale Consumatori Calabria Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o scaricarla direttamente dal sito dell’associazione www.uniconsum.it