Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Alzi la mano chi non l’ha mai detto: c’è sempre poco tempo libero, anzi pochissimo. Risorsa scarsa per eccellenza nei ritmi frenetici della quotidianità, fra un impegno di lavoro e la cura della casa, lo slalom fra gli appuntamenti familiari e le incombenze della giornata, tanto che solo il 45% degli italiani pensa di avere abbastanza tempo libero. Meno di un italiano su due. Il 55% afferma di avere poco tempo libero da dedicare a se stesso e ai propri hobby, o di non averne affatto. La pensano così soprattutto i 35-44enni. Questo quanto emerge da un’indagine Doxa per conto di Findomestic sul tema del tempo libero.

Ma cosa fanno gli italiani nel tempo libero? “La stragrande maggioranza degli intervistati – dice l’indagine Doxa – ne approfitta per rilassarsi / riposarsi: lo pensa il 65% del campione (più marcatamente le donne: 68% contro il 62% degli uomini). Il 18% lo considera un’occasione per imparare o sviluppare abilità (in particolare gli uomini: 21% contro il 14% delle donne). Mentre il rimanente 17% sfrutta le attività svolte nel tempo libero per stabilire contatti e relazioni sociali (segnatamente i 35-44enni: 22%)”.

Italiani cuore e affetti: l’attività preferita nel tempo libero è infatti quella di stare con la famiglia, indicata dal 45% degli intervistati. Seguono, a distanza, il fare sport e guardare la tv, entrambe al 29%; leggere al 28%; stare con gli amici, navigare su internet e usare i social media, entrambe al 25%. Fra gli uomini è più diffusa la pratica sportiva, le donne sono grandi amanti della lettura. Chi si dedica allo sport predilige andare in palestra, camminare e correre. Fra le attività manuali e i lavori creativi (il 18% degli intervistati indica queste come passioni del tempo libero) le preferite sono la cura del verde e delle piante, l’orto e il giardinaggio (31%), lavori di casa quali decorazioni, piccola muratura, lavoro del legno (22%), e a seguire ci sono i lavori che rimandano alla maglia, al ricamo e al cucito (20%).

Il tempo, come detto, è scarso. Il 30% del campione dichiara di riuscire a ritagliarsi del tempo per se stesso non più di 2-3 giorni la settimana, il 24% afferma di dedicare tempo ai propri hobby solo nel week-end, l’11% riesce a farlo 4-5 giorni la settimana e solo il 18% tutti i giorni. Il 23% dei 35-44enni, che più di tutti lamentano la mancanza di tempo libero, riescono a sottrarre tempo ai loro impegni lavorativi solo 1 giorno la settimana contro il 17% del totale campione. Due intervistati su 10 (21%) riescono a ritagliarsi al massimo 2 ore la settimana di tempo libero: sono soprattutto le donne (27% contro il 17% degli uomini) a disporre di meno tempo per se stesse. E il denaro? L’81% degli intervistati dichiara di destinare risorse economiche ai propri hobby/attività del tempo libero. Il 29% del campione spende fino a 50 euro al mese, il 28% da 51 a 100 euro, il 14% tra 101 e 150 euro e il 10% oltre 150 euro.