Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

In arrivo forti risparmi per le bollette di luce e gas: complice il forte calo del prezzo del petrolio, dal l primo aprile prossimo, le tariffe dovrebbero registrare un ribasso dell'8,1 per il metano e del 3,1% per l'elettricità. E' quanto prevede Nomisma Energia stimando un risparmio complessivo di 104 euro l'anno a famiglia.
Se le stime saranno confermate dall'aggiornamento trimestrale - atteso dall'Authority per l'energia entro marzo - per il gas la minor spesa sarà di circa 90 euro l'anno a famiglia mentre per la luce si attesterà a 14,6 euro.
L'ultima parola sull'andamento delle bollette elettriche per il prossimo trimestre aprile-giugno spetta comunque all'Authority per l'energia che, entro fine marzo, dovrà rendere noto l'aggiornamento. Dal primo aprile prossimo e per il secondo trimestre 2009 - spiega all'ANSA Davide Tabarelli, esperto tariffario di Nomisma Energia - le tariffe elettriche sono attese registrare un calo del 3,1%. Una riduzione che, per una famiglia tipo con 225 chilowattora consumati in un mese ed una potenza impegnata di 3 chilowatt, si tradurrebbe - sottolinea - in una minor spesa annua di 14,6 euro su base annua con il costo del chilowattora in calo di 0,5 cent a 16,6 centesimi.
Sul fronte del gas, invece, l'attesa diminuzione è molto più consistente e si aggira sull' 8,1% per cento. Vale a dire un risparmio del costo del metro cubo che, per la stessa famiglia tipo (con consumi pari a 1.400 metri cubi di metano l'anno) si tradurrebbe, sempre su base annua, in 89,7 euro. Un metro cubo di metano costerà cioé 6,4 centesimi in meno, a 72,9 cent. La spesa complessiva degli italiani per le bollette della luce e del gas potrebbe così scendere di ben 104,3 euro su base annua rispetto ai livelli attuali, spiega Tabarelli. Il calo si andrebbe ad aggiungere a quello, seppur più limitato, già scattato nel primo trimestre 2009 quando - dopo 5 trimestri di forti aumenti - le tariffe sono tornate a calare, spinte dal ripiegamento delle quotazioni dell'oro nero. Per quanto riguarda l'elettricità - spiega Tabarelli - le stime si basano sull'andamento dei prezzi di Borsa e dei costi per l'acquisto del gas, principale fonte per la produzione elettrica, mentre per il metano le previsioni sono elaborate in base agli "automatismi tariffari legati a greggio e prodotti petroliferi".
"Le stime riguardano gran parte del periodo di riferimento per il prossimo aggiornamento dell'Authority", aggiunge l'esperto sottolineando che gli attesi risparmi risentono fortemente dell'andamento delle quotazioni del greggio. Gli aggiornamenti trimestrali si basano infatti - ricorda infine l'esperto - sulle medie dell'andamento delle materie prime dei 6 mesi precedenti per l'elettricità e sui nove mesi antecedenti per quanto riguarda, invece, le tariffe del gas. Nel prossimo trimestre le bollette inizieranno così a risentire del calo delle quotazioni internazionali del petrolio negli ultimi mesi: calo che ha visto il prezzo del barile scendere dal picco storico di quasi 150 dollari dell'estate scorsa ai circa 44 dollari attuali.
Le bollette della luce e del gas calano, E non di poco. Dopo una lunga corsa, durata oltre un anno, che aveva portato - sulla scia del caro greggio - i prezzi alle stelle, le tariffe elettriche e del metano sono attese registrare anche per il prossimo trimestre aprile-giugno un forte ribasso: -3,1% per la luce, -8,1% per il metano. Con un risparmio di 104,3 euro a famiglia, su base annua. Una flessione, quella preannunciata dalle stime di Nomisma Energia, che se fosse confermata dall'Authority per l'Energia, vedrebbe la spesa delle famiglie registrare, solo dal primo gennaio scorso, un calo di 140 euro l'anno rispetto alle tariffe in vigore a fine 2008. La flessione prevista per il prossimo trimestre si andrebbe ad aggiungere infatti al calo de 5,1% per l'elettricità e dell' 1% per il gas, scattato dal primo gennaio scorso che aveva portato ad un risparmio di 36 euro a famiglia l'anno. Gli italiani, alle prese con la crisi, potranno contare così su un consistente risparmio. E dimenticare, per ora, un anno - il 2008 - scandito da vere e proprie stangate sul fronte della spesa per luce e gas. Sulla scia delle fiammate del greggio i costi energetici iniziarono a correre a fine 2007, mettendo a segno, trimestre dopo trimestre, un rincaro complessivo che nel solo 2008 ha pesato sui bilanci delle famiglie per oltre 220 euro su base annua.
Ecco una scheda riepilogativa sull'andamento delle tariffe della luce e del gas degli ultimi trimestri, aggiornati con le previsioni di Nomisma Energia per il prossimo trimestre aprile-giugno:

----------------------------------------------------------------

   PERIODO           LUCE       GAS      VARIAZIONE SPESA
FAMIGLIE                                                   
BOLLETTE LUCE-GAS ANNO 
2007 IV TRIMESTRE     + 2,4%       + 2,8%          + 36 EURO
2008 I TRIMESTRE       + 3,8%        + 3,4%          + 48 EURO
II TRIMESTRE                + 4,1%        + 4,2%           + 58 EURO
III TRIMESTRE               + 4,3%        + 4,7%          + 68 EURO
IV TRIMESTRE               + 0,8%       + 5,8%           + 65 EURO
2009 I TRIMESTRE       - 5,1%        - 1,0%             - 36 EURO
II TRIMESTRE (*)           - 3,1%        - 8,1%             -104,3 EURO