Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

L’estate è arrivata e con essa, purtroppo, i soliti aumenti effettuati da alcuni stabilimenti balneari. Quanto costa trascorrere una giornata al mare? Troppo in termini di stress, considerando che i meno fortunati devono sopportare diversi chilometri di coda in macchina prima di raggiungere la meta.
Ma anche troppo in termini economici, se si considera che lo scorso anno l'aumento dei canoni di concessione per l'utilizzo del suolo pubblico ha fatto lievitare i costi di ingresso negli stabilimenti e quello dei servizi balneari, mentre quest'anno si segnala di nuovo l'aumento dei costi dei servizi e solo il prezzo per l'ingresso sembra restare invariato.

In compenso diventa un salasso la ricerca del parcheggio, dove si deve accettare di pagare fino a nove euro per lasciare la propria automobile in un luogo custodito.

Quello che colpisce però è che non è sempre facile arrivare alla battigia, sebbene l’accesso debba essere gratuito per legge (art. 1, comma 251, della legge n. 256 del 2006).

I costi di ombrelloni, lettini e sdraio incidono sensibilmente sulle tasche di chi vuole trascorrere una giornata al mare. Ecco che una famiglia composta da quattro persone, che non possiede una casa al mare, quest’anno dovrà spendere mediamente intorno ai settanta euro, includendo l’acquisto di acqua, panini e gelati.

Questi aumenti non sono giustificati anche perché, di anno in anno, è difficile osservare un miglioramento dei servizi.

Insomma, la spiaggia resta la stessa, gli aumenti pure.