Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Su 260 punti campionati lungo tutta la costa italiana, sono 105 (pari al 40%) i campioni di acqua analizzata risultati inquinati con cariche batteriche al di sopra dei limiti di legge. Colpa degli scarichi fognari non depurati. Ben 38 i 'malati cronici', cioè quei punti in cui le situazioni critiche erano già state denunciate più volte negli ultimi cinque anni e che si concentrano soprattutto nel Lazio (dove ce ne sono otto), in Calabria (sette), in Campania e Sicilia (cinque).

E' il bilancio finale, poco rassicurante, di Goletta di Verde 2017, la campagna di Legambiente che quest'anno ha interessato 7.412 km di coste. A fronte di questa situazione, e dopo i tanti appelli inascoltati lanciati ad amministrazioni ed enti competenti per verificare le cause dell’inquinamento, Legambiente ha presentato alle Capitanerie di Porto 11 esposti, uno per ogni regione in cui sono presenti i malati cronici di inquinamento, sulla base della legge sugli ecoreati che ha introdotto i delitti ambientali nel codice penale, tra cui il reato di inquinamento ambientale (art. 452bis cp).