Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

E’ allarme povertà in tutta Italia. “Nel 2009 i poveri stanno aumentando progressivamente in Italia a seguito della grave situazione di difficoltà economica in cui versano le famiglie e le piccole imprese ed al proliferarsi delle scommesse sportive. Il sovra indebitamento delle famiglie, nei primi 9 mesi del 2009, è cresciuto del 87,4%, rispetto al 2008 e la povertà è aumentata del 44%”. Lo rilevano i dati resi noti da Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani che con Lo Sportello Antiusura monitora costantemente il fenomeno del sovra indebitamento delle famiglie e delle piccole imprese in Italia.

In Italia sono a rischio 2,8 milioni di famiglie, pari a 7 milioni di persone - afferma Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani – I due terzi delle famiglie povere risiedono nel Mezzogiorno. Nei 9 mesi del 2009, il debito medio delle famiglie ha raggiunto la cifra di 27.500 euro”.

''Nonostante la presenza di segnali così preoccupanti, i problemi inerenti il Sud Italia non vengono affrontati con dovuta solerzia – continua Carlomagno – Anzi, sembra che della questione meridionale non si debba parlare, per non danneggiare l’immagine dell’Italia all’estero”.
''La crescita delle scommesse sportive, la crisi economica, il boom delle carte di credito revolving, e della rateizzazione fiscale – prosegue Carlomagno – hanno fatto scivolare migliaia di famiglie in uno stato di povertà. Soprattutto le scommesse sportive ed i videopoker stanno spingendo, negli ultimi mesi, gli italiani ad indebitarsi sempre di più, facendosi prestare soldi da persone inaffidabili”.

''Purtroppo - prosegue Carlomagno - dati confermano che l’impoverimento delle famiglie italiane sta aumentando sempre di più e che ancora non si è raggiunta la punta dell’iceberg. In passato, ogni qual volta l'economia ha segnato brusche frenate, la povertà è cresciuta. Ora c'e' un ulteriore problema. Alla poca propensione alla elargizione del credito da parte delle banche, si è registrata una aggressione senza precedenti al patrimonio delle famiglie da parte del fisco, sia direttamente, mediante la riscossione coattiva, che indirettamente, attraverso l’uso spregiudicato delle scommesse sportive e dei videopoker, costringendo numerose famiglie monoreddito a richiedere prestiti”.
Contribuenti.it chiede al governo uno stanziamento straordinario, da inserire nella finanziaria, di un miliardo di euro a favore delle famiglie in stato di bisogno, di concretizzare subito la Banca del Mezzogiorno e, soprattutto, di bloccare l’accanimento verso le scommesse sportive e videopoker, che stanno diventando “l’altra faccia di un’Italia sempre più povera”.