Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Se da una indagine dell’Istat emerge che due terzi di chi non si informa di politica (66,4%) sono motivati dal disinteresse, un quarto (24,8%) dalla sfiducia nella politica. Il 13,8% considera la politica troppo complicata e il 6,2% non ha tempo da dedicarvi, perché i quotidiani sia essi nazionali o locali continuano a riservare nelle loro pagine quasi i due terzi di notizie riguardanti la politica?
E’ chiaro che i direttori responsabili ed i proprietari delle varie testate giornalistiche possono decidere di scrivere ciò che vogliono, ma non bisogna lamentarsi poi se sempre più cittadini non li leggono, essendo sempre meno attratti dall’apprendere se Tizio è transitato da un partito politico all’altro, se Caio parteciperà all’ennesimo convegno, se Sempronio predica bene e razzola male.
Non sarebbe meglio dedicare maggiore spazio sulla pagine dei giornali ai problemi dei cittadini, forse potrebbe servire a far aumentare la taratura dei giornali fornendo nel contempo un servizio utile agli stessi.