Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Il 75,3% delle famiglie che nel 1995 si trovavano nella classe piu' bassa della societa' hanno mantenuto nel 2004 la stessa posizione sociale. Allo stesso modo, il 75% delle famiglie piu' ricche si e' ritrovato a nove anni di distanza esattamente allo stesso livello. A delineare un quadro ben poco promettente, nel quale l'Italia appare ingessata in classi sociali impermeabili e nel quale la sfida sociale non esiste, e' uno studio realizzato da un economista di Bankitalia. Insomma, in questa Italia ingessata, nell'arco di dieci anni la famiglia ricca rimane ricca, la povera resta povera. L'indagine fotografa due diversi periodi: gli anni 1989-1998 e 1995-2004. Nei nove anni tra il '95 e il 2004, 'la mobilita' e' stato un fenomeno che ha interessato meno di un quarto delle famiglie italiane: circa il 13% ha sperimentato movimenti verso l'alto, mentre circa l'11% e' precipitato in una classe inferiore'. Il dato piu' significativo e' pero' che nel complesso il 44% delle famiglie italiane e' rimasto, per tutti i nove anni presi in considerazione, nel segmento piu' basso della societa', senza mai distaccarsi, neanche per un anno o due, dalla classe piu' povera.