Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Parte il 15 dicembre l’orario invernale di Trenitalia. Il 73% delle Frecce è già disponibile

Al via il 15 dicembre l’orario invernale 2019-2020 di Trenitalia. A poco meno di due mesi, dice l’azienda, oltre il 70% della futura offerte delle Frecce è già disponibile, mentre l’assenza dai sistemi informatici di Frecce e altri treni non significa che saranno cancellati perché vanno ancora definiti alcuni orari. Insomma, dice l’azienda, “lavori in corso”.

Trenitalia, l’orario invernale

Nella giornata dell’alimentazione, ong e società civile sferzano: si dovrebbe parlare di Giornata mondiale della fame. Senza agroecologia non ci può essere Green New Deal

Sabrina Bergamini

Con 820 milioni di persone che soffrono la fame e 2 miliardi che hanno difficoltà a mangiare, in un contesto in cui dopo anni la situazione sta peggiorando, più che parlare di giornata mondiale dell’alimentazione si dovrebbe celebrare la “Giornata mondiale della Fame”. È la sferzata, neanche tanto provocatoria, arrivata da ong e attori della società civile che ieri si sono riuniti a Roma.

Le compagnie del mercato libero di luce e gas attirano i nuovi clienti pronti a sottoscrivere le proprie offerte ‘coprendoli’ di omaggi e ricompense. L’ultimo studio SosTariffe.it ha fatto il punto sui bonus aggiuntivi

16 Ottobre 2019 Elena Leoparco

Buoni acquisto, gift card, gadget e premi. Per invogliare i clienti ad effettuare il passaggio dal mercato tutelato a quello libero, le compagnie, di recente, hanno iniziato a proporre offerte luce e gas con una valanga di ricompense, regali e benefit aggiuntivi per chi aderisce. Ma di cosa si tratta e quanto valgono davvero gli incentivi proposti a chi sottoscrive un nuovo contratto?

L’ultimo studio SosTariffe.it ha fatto il punto su quanto sono diffusi, quanto permettono di risparmiare rispetto al mercato di maggior tutela e quale sia il loro valore effettivo.

Questo ABC bolletta Enel, Eni, Edison, A2A, Acea, Hera, Iren, E.on, Sorgenia, Illumia… fornisce ai consumatori una rapida panoramica dei reclami più comuni nel settore dell’energia elettrica e del gas: fatture pazze, solleciti di pagamento per importi non dovuti, sospensione della fornitura elettrica.

Da quando il 1° gennaio 2016 è entrata in vigore la nuova bolletta per le forniture di energia elettrica e gas si è cercato si semplificare le informazioni presenti; la prima notizia utile che i consumatori possono trovare in bolletta è se si riferisce ad un contratto sul Mercato Libero o di Maggior Tutela (per l’elettricità) o al Servizio di Tutela (per il gas). Subito dopo la bolletta riporta: il nome e l’indirizzo del cliente, l’indirizzo del punto di consegna, il codice POD per l’elettricità e codice PDR per il gas, le caratteristiche tecniche della fornitura e la tipologia del contratto sottoscritto. Inoltre si trovano altre informazioni importanti, cioè:

Le cronache raccontano quasi quotidianamente notizie di risparmiatori che restano vittime delle truffe di “abili” consulenti finanziari, che carpendo la loro fiducia, promettono rendimenti astronomici in tempi brevi. Peccato, però, che i soldi consegnati a questi truffatori, anziché essere investiti, prendano rapidamente il largo verso intoccabili paradisi esotici.

Ecco perché vale la pena di ricordare che eleganti uffici di rappresentanza e consulenti finanziari dall’aspetto facoltoso non devono far abbassare l’attenzione dei consumatori che devono investire i propri risparmi.

Il costo di un biglietto aereo può variare, e molto, a seconda dell’ora in cui viene acquistato, del paese da cui lo compriamo e di una serie di altri fattori. Ci sono però costi che restano invariati e che pesano in maniera significativa sulla nostra spesa: le tasse sul trasporto aereo.

Quali sono e quanto ci costano ?

Le compagnie aeree, attraverso una serie di algoritmi, analizzano i flussi di dati, e propongono ai consumatori prezzi diversi per lo stesso volo.

Da sempre, la nostra associazione porta avanti una battaglia per garantire la maggiore trasparenza rispetto ai prezzi dei biglietti aerei.

“Vuoi guadagnare 1.000 euro all’ora?”. Se partecipando a un meeting, seduti davanti al televisore o navigando su Internet vi viene proposto qualcosa del genere, il consiglio è di lasciar perdere immediatamente. Non si tratta infatti di un’occasione imperdibile, bensì di una delle tante truffe effettuate con sistemi di vendite piramidali. Nonostante in Italia questo tipo di pratiche sia vietato dalla legge, purtroppo continuano a essere tante le persone raggirate. Lo dimostra la notizia dello scorso 9 ottobre dell’apertura di 3 procedimenti di accertamento dell’Antitrust nei confronti dei sistemi di vendita buy and share. Nel mirino dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato sono finite le società Oobs S.r.l.s., Girada S.r.l.s. e Zuami S.r.l.s..