Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Non di rado accade che i consumatori siano lasciati a terra dalle compagnie aeree a causa degli scioperi del personale di bordo che portano a cancellazioni di voli (e inenarrabili odissee per chi viaggia). Ecco perché agli sportelli dell’Unione nazionale Consumatori giungono spesso richieste di chiarimento su questo specifico aspetto: in caso di scioperi, il viaggiatore ha diritto al risarcimento?

Temete che la sicurezza del vostro conto corrente online possa essere messa a repentaglio? Ecco alcuni consigli preziosi: innanzitutto, è bene sapere che le informazioni e gli strumenti con cui accediamo ai servizi della banca (password, codici, carte, ecc…) sono strettamente personali e vanno custoditi con cura. E’ bene poi tenere presente che per darci informazioni la banca può contattarci telefonicamente, via e-mail o sms, ma non ci chiederà mai di fornirle direttamente i nostri codici di accesso ai servizi quando ci contatta.

Saldi al via, un’occasione per fare buoni acquisti. Ma a cosa bisogna stare attenti per evitare “bidoni”?

Come primo consiglio, suggeriamo ai consumatori di guardare sempre al prezzo effettivo da pagare e di non farsi incantare da sconti troppo elevati.

Di seguito i consigli “anti-bidone” dell’Unione Nazionale Consumatori:

L’anno nuovo parte con lo sconto. Tra il 2 ed il 4 gennaio prenderanno il via in tutta Italia i saldi invernali 2019, primo grande appuntamento commerciale del 2020. Valle d’Aosta, Basilicata e Sicilia saranno le prime regioni a partire giovedì 2, mentre nel resto d’Italia le vendite di fine stagione si apriranno sabato 4. Oltre 4 italiani su dieci (il 41%) hanno già programmato di approfittare dei saldi per acquistare uno o più prodotti, per un budget medio previsto di 168 euro a persona. È quanto emerge dall’indagine previsionale sui saldi condotta da SWG per Confesercenti su un campione di 1.200 consumatori.

Risparmi complessivi di 125 euro/anno per la famiglia-tipo; influiscono basse quotazioni all’ingrosso e calo oneri generali. Completata la riforma della tariffa domestica

Elena Leoparco

Secondo quanto stabilito da Arera, dal 1° gennaio per la famiglia-tipo la bolletta dell’elettricità registrerà un calo del 5,4% mentre quella del gas salirà dello 0,8%.

Nel primo trimestre 2020 bollette dell’energia elettrica in deciso ribasso e sostanziale stabilità per quelle del gas.

Il forte calo del fabbisogno per gli oneri generali, il contenimento delle tariffe regolate di rete (trasporto e distribuzione) e le basse quotazioni delle materie prime nei mercati all’ingrosso portano infatti ad una riduzione del -5,4% per l’elettricità e ad un leggero aggiustamento per il gas, +0,8% per la famiglia.

Nel 2018, quasi la metà dei giovani di 18-34 anni (47,8%) evidenzia l’assenza di deprivazione nelle 5 dimensioni del benessere considerate (Salute; Lavoro, Istruzione; Benessere; Coesione sociale; Territorio), un terzo (33,5%) ne ha solo una, mentre il 18,7% (quasi 2 mln di giovani) risulta multi-deprivato, cioè è deprivato in due o più dimensioni del benessere. La multi-deprivazione è più alta tra i giovani adulti di 25-34 anni (20,9% contro 15,2% dei giovani di 18-24 anni) e nel Mezzogiorno (23,9% contro 14,3% al Nord e 18,0% al Centro).

di Annamaria Villafrate

La legge di bilancio del 2018 ha introdotto la prescrizione biennale per le bollette di gas, energia e acqua stabilendo per queste ultime la decorrenza della regola per le fatture successive al primo gennaio 2020.

Con la recente delibera del 19 dicembre 2019 (sotto allegata) ARERA ha fornito le precisazioni necessarie a dare attuazione a questa regola. I consumatori però non sono soddisfatti, non solo perché per le bollette del gas e dell'energia i gestori spesso e volentieri hanno provato a forzare la mano e a chiedere pagamenti di bollette già prescritte, ma anche perché si chiede sempre all'utente, parte debole del rapporto, di attivarsi per far valere i propri diritti: