Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

E’ vero che dal 1 gennaio la prescrizione per le bollette dell’acqua è stata ridotta a 2 anni?

SI’, per mettere un freno al vergognoso fenomeno delle maxi-bollette, l’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) con la delibera 97/2018/R/com ha applicato quanto previsto nella Legge di Bilancio 2018 in merito alla riduzione da 5 a due anni del periodo entro il quale cadono in prescrizione i consumi di elettricità, gas e acqua:

  1. per il settore elettrico, al 1° marzo 2018;
  2. per il settore del gas, al 1° gennaio 2019;
  3. per il settore idrico, proprio al 1° gennaio 2020.

La delibera, che non avrà valore retroattivo per i conguagli con scadenze precedenti a questa data, prevede che il venditore dovrà informare il cliente della possibilità di richiedere la prescrizione contestualmente all’emissione della fattura di conguaglio e almeno con 10 giorni di anticipo rispetto alla scadenza: resta quindi invariato il fatto che la prescrizione va richiesta e non viene applicata in maniera automatica!

Vorrei sapere: quali sono i requisiti affinché un testamento sia valido?

Affinché un testamento sia valido è necessario che colui che redige il testamento (testatore), al momento della redazione, sia maggiorenne, non interdetto e sia comunque capace di intendere e di volere. Una persona che sia stata oggetto di una sentenza di inabilitazione può quindi validamente disporre per testamento. La legge nulla stabilisce in riferimento ai beneficiari di amministrazione di sostegno. In linea di principio, se il decreto di ammissione all’amministrazione di sostegno non prevede l’espressa esclusione della possibilità di fare testamento, il soggetto conserva questa possibilità che verrà meno nel caso in cui il giudice riconosca la sua incapacità di intendere e di volere.

Consiglio Nazionale del Notariato

Nel 2019, la settimana più conveniente degli sconti invernali è l’ultima di febbraio, quella più cara è stata la terza di gennaio

Elena Leoparco

Il 4 gennaio è partito il periodo dei saldi invernali, il primo appuntamento 2020 dedicato allo shopping, online e non.

Per capire quanto i saldi invernali coinvolgano anche il mondo digitaleidealo – portale internazionale di comparazione prezzi– ha analizzato l’appuntamento 2019 per scoprire le percentuali di risparmio possibili e soprattutto quando conviene completare gli acquisti.

I nostri dati e la loro tutela sono argomento sensibile  e sempre attuale: con l’avvento di nuovi strumenti tecnologici sempre più interconnessi il rischio di condividere informazioni inconsapevolmente (o vedercele sottrarre in maniera fraudolenta) potrebbe aumentare.

Approfondendo il caso delle Smart TV, sempre più presenti nelle case degli italiani, molti consumatori si domandano se, utilizzando questi dispositivi, i dati personali siano al sicuro.

Le Smart TV sono hackerabili?

Gli hacker potrebbero usare questo elettrodomestico per accedere alle nostre informazioni?

La passione di molti (italiani e non solo), specialmente nelle fredde giornate invernali, è quella di andare al cinema, ma quali sono i comportamenti virtuosi da adottare, sia da parte degli spettatori che da parte dei gestori delle sale?

L’Italia al cinema

La passione degli italiani per il cinema è ormai conclamata, lo dimostrano le lunghe file fuori dai botteghini per assicurarsi il biglietto per i vari film in sala.

E, sebbene il 36% dichiari di andarci solo qualche volta l’anno, i dati diffusi dall’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali parlano di incassi (per il 2018) pari a 555.445.372€ per un numero di presenze in sala di 85.903.642, dati che segnano sì un calo rispetto all’anno precedente, ma sono comunque numeri che danno l’idea di quanto gli italiani amino recarsi al cinema.

Nell’anno scolastico 2017/18 si riduce la popolazione delle scuole dell’infanzia (-44.203 bambini in meno) e delle primarie (-38.357 unità), in linea con il calo demografico nelle classi di età corrispondenti. Aumentano invece gli iscritti alle scuole secondarie di primo grado (+2.046 allievi) e di secondo (+ 2.753 studenti). Continuano ad aumentare anche gli studenti di cittadinanza non italiana, in particolare nelle scuole dell’obbligo: nelle regioni del Nord e del Centro sono, rispettivamente, il 15,6 e il 12,2 per cento, mentre al Sud e nelle Isole la percentuale si ferma al 3,6. I diplomati nel 2018 sono 474.664 (circa 10 mila più dell’anno precedente), con una crescita concentrata negli istituti professionali del settore servizi (+6,5 per cento) e nel liceo linguistico (+ 10,9), mentre calano i diplomati del liceo classico (-7,1). Il 50,4% dei diplomati nel 2017 si è iscritto all’università nello stesso anno. Confermate le differenze di genere: il tasso di passaggio all’università delle donne sale al 56,2 per cento mentre tra i maschi scende al 44,5 per cento.

Va presentata entro il 31 gennaio la domanda per l'assegno terzo figlio spettante per il 2019.

Bonus terzo figlio: cos'è

Il bonus terzo figlio, si ricorda, è un assegno riconosciuto ai nuclei familiari numerosi con almeno tre figli minori e che hanno patrimoni e redditi limitati.

È concesso dal comune ma pagato dall'Inps e per il 2019 ammonta ad euro 144,42. L'importo in ogni caso è soggetto a rivalutazione annuale sulla base della variazione dell'indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, per cui per il 2020 dovrà essere rivalutato.