Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Senza una decisa accelerazione, l'Ue non raggiungerà gli obiettivi del 50% di riciclo degli imballaggi in plastica entro il 2025 e del 55% entro il 2030, adottati appena due anni fa. È l'analisi della Corte dei Conti Ue, che ha passato in rassegna le opportunità e le carenze del quadro normativo europeo in materia.

È «una sfida difficilissima», ha detto Samo Jereb, responsabile dell'analisi. La pandemia di coronavirus, ha aggiunto, ha fatto «rinascere le abitudini dell'usa e getta» e «dimostra che la plastica continuerà ad essere un pilastro delle nostre economie, ma anche una minaccia ambientale sempre più grave».

È in Gazzetta Ufficiale il piano voucher per le famiglie a basso reddito. Il bonus banda larga sarà uno sconto fino a 500 euro e sarà destinato alle famiglie con Isee inferiore a 20 mila euro. Le aziende dell’elettronica di consumo protestano

Sabrina Bergamini

Il piano voucher per le famiglie a basso reddito è in Gazzetta Ufficiale. Il bonus banda larga è riconosciuto alle famiglie con Isee inferiore ai 20 mila euro come contributo massimo di 500 euro per la connessione a Internet.

È stato pubblicato infatti, nella Gazzetta del 1° ottobre, il decreto del Ministero dello Sviluppo economico che dà il via libera al piano predisposto da Infratel spa (società controllata al 100% dal Ministero dello Sviluppo Economico). A stretto giro però sono arrivate le proteste di Aires, l’associazione dei retailer elettrodomestici aderente a Confcommercio, per la quale il decreto “regala l’esclusiva di tutto ai soli operatori telefonici”.

Secondo una ricerca condotta da Astound Insights, lo shopping online è in continuo aumento. Casa/frutta e verdura, salute e benessere le categorie di acquisto più gettonate dai consumatori online

Lo shopping online è in continuo aumento, insieme al livello di comfort nell’approccio dei consumatori ai nuovi metodi di consegna e ritiro. È quanto emerso dall’ultima ricerca condotta da Astound Insights relativa all’evoluzione dei comportamenti dei consumatori, in particolar modo come conseguenza dell’emergenza sanitaria Covid-19.

L’indagine, realizzata su un campione di 500 acquirenti negli Stati Uniti, in Canada, in Medio Oriente e in Europa, rileva, in particolare, le attuali abitudini di acquisto, aspettative e sentimenti in questo periodo di incertezza.

Dal 1° ottobre sono entrate in vigore le nuove tariffe della luce sul Mercato Tutelato. Secondo l’Indice Selectra SQ, con un’offerta conveniente del Mercato Libero il consumatore può risparmiare fino al 50% sulla componente energia

A partire dal primo ottobre, entrano in vigore le nuove tariffe della luce sul Mercato Tutelato: dopo un lungo periodo dove i prezzi regolati sono rimasti bassi, l’Autorità ha annunciato un aumento del 15,6% della bolletta luce per una famiglia tipo.

Selectra segnala, però, una buona notizia: come si evince dall’Indice Selectra SQ che monitora i prezzi dell’energia, scegliendo un’offerta conveniente del Mercato Libero il consumatore può risparmiare fino a 50% della spesa in bolletta dovuta alla componente energia, rispetto al Mercato Tutelato.

I negoziatori del Consiglio e del Parlamento europeo hanno raggiunto un accordo provvisorio che punta a maggiori diritti per i passeggeri ferroviari. Obbligo di aiuto e riprotezione, assistenza per persone a mobilità ridotta, bici sui treni fra i contenuti

Sabrina Bergamini

Obbligo di aiuto e riprotezione per i passeggeri in caso di ritardo o cancellazione del viaggio. Un’assistenza migliore per le persone a mobilità ridotta. Più spazio per viaggiare con le bici, nello spirito del Green Deal. E cambiamenti nei biglietti se i viaggi comprendono tratte ad alta velocità e treni regionali che operano con la stessa impresa ferroviaria, con un’estensione dei diritti dei passeggeri dei treni regionali. I negoziatori del Parlamento europeo e del Consiglio europeo hanno raggiunto un accordo politico provvisorio sui diritti dei passeggeri ferroviario.

Annamaria Villafrate 

Per gli Ermellini, non è reato di esercizio delle proprie ragioni ma rapina sottrarre il cellulare alla moglie: con tale gesto non si fa valere alcuna pretesa tutelabile

Esercizio arbitrario delle proprie ragioni o rapina?

Integra il reato di rapina, non quello di esercizio arbitrario delle proprie ragioni, sottrarre il cellulare alla moglie. Non è individuabile alcuna pretesa tutelabile da parte del marito nel commettere tale gesto. Queste le conclusioni della sentenza n. 26982/2020 della Cassazione, che chiude la vicenda processuale che si va a illustrare.

Il G.i.p non convalida l'arresto eseguito dalla Polizia Giudiziaria nei confronti di un soggetto indiziato per il reato di rapina di un cellulare sottratto alla moglie, da cui si stava separando, nel corso di un incontro in cui la donna doveva ritirare i suoi effetti personali dalla casa familiare.

Secondo quanto chiarito dall'Agenzia delle Entrate non è possibile accedere alle agevolazioni fiscali previste dal bonus prima casa nel caso di titolarità dei diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nello stesso Comune del nuovo acquisto, ovvero acquistata con le agevolazioni indipendentemente dal luogo in cui essa è posta.

Il caso. L'Istante dichiarava di aver venduto nel 2018 l'abitazione di sua proprietà esclusiva acquistata nel 2002 con le agevolazioni “prima casa” e che nello stesso Comune era proprietario di altro immobile acquistato nel 2011 senza fruire delle agevolazioni fiscali, già locato con contratto di locazione che era stato rinnovato nel 2013 per la durata di anni 4+4. Dunque, l'istante chiedeva al Fisco se poteva acquistare una nuova abitazione sempre nel medesimo Comune richiedendo nuovamente le agevolazioni prima casa.