Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Disinformazione online, la strada è ancora lunga. E le piattaforme online possono fare di più, specialmente quando si parla di elezioni e disinformazione. “L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni intende classificare il Codice di condotta delle piattaforme online come ‘Impegni’ e non come Linee Guida in ragione dell’ancora insoddisfacente livello di trasparenza soprattutto in relazione alla verifica, all’inspection e all’audit sul processamento dei dati, sulla selezione algoritmica e sull’impatto della regolazione privata che le piattaforme hanno adottato”.

La veranda adiacente al fabbricato, in quanto intervento edilizio che determina una variazione piano-volumetrica ed architettonica dell’immobile nel quale viene realizzata, è soggetta al preventivo rilascio di permesso di costruire. Lo ha precisato la Corte di Cassazione con la sentenza n. 18000 del 2 maggio 2019.

A marzo 2019 si stima, per le vendite al dettaglio, una diminuzione congiunturale dello 0,3% in valore e dello 0,2% in volume. In calo sia le vendite dei beni alimentari (-0,5% in valore e -0,3% in volume) sia, con intensità minore, quelle dei prodotti non alimentari (-0,2% in valore e -0,1% in volume). Lo rileva l’Istat che sottlinea inoltre come nel complesso del primo trimestre le vendite al dettaglio registrano un aumento dello 0,2%, in valore e in volume, rispetto ai tre mesi precedenti. Le vendite di beni alimentari crescono dello 0,2% in valore mentre restano stazionarie in volume, quelle di beni non alimentari aumentano dello 0,2% sia in valore sia in volume.

Ci sono alcune spese delle quali nessuna famiglia può fare a meno e, forse anche per questo, molti consumatori le vivono come un fardello. In cima a questa lista, secondo una recente indagine* che mUp Research e Norstat hanno svolto per Facile.it, ci sono le bollette di luce e gas. Fra gli intervistati, il 65,6% ha dichiarato che la bolletta elettrica è la voce che più incide sul budget familiare, percentuale che scende di pochissimo, rimanendo molto vicina al 60% anche quando si parla di fornitura del gas (58,7%).

Dopo il +5% del 2018, nei primi tre mesi del 2019 le vendite di ortaggi IV gamma in Italia hanno messo a segno un +6,7% rispetto all’analogo periodo del 2018. La dinamica non riguarda solo il valore delle vendite, ma anche le quantità acquistate, che sono cresciute del 9,8% rispetto al primo trimestre del 2018, dopo il +8,2% a consuntivo 2018. E' quanto segnala l'Ismea in un report sui consumi alimentari.Il segmento degli ortaggi pronti al consumo si rivela più dinamico dell’intero comparto, dato che il valore totale degli acquisti domestici di ortaggi freschi delle famiglie italiane nel 2018 è diminuito dell'1,1% rispetto al 2017 (elaborazioni Ismea su dati Nielsen).

“Alla fine del 2017 la ricchezza netta delle famiglie italiane è stata pari a 8,4 volte il reddito disponibile, misurato al lordo degli ammortamenti”. Lo rileva una nuova indagine Istat-Bankitalia. “Secondo i dati dell’Ocse questo rapporto è più alto di quello relativo alle famiglie francesi, inglesi e canadesi” anche se “nel periodo il divario si è notevolmente ridotto”, si spiega. “il livello elevato di quest’indicatore nel confronto internazionale è amplificato dal ristagno ventennale dei redditi delle famiglie italiane”, viene precisato.

Il Tar del Lazio ha confermato la sanzione di 7 milioni di euro inflitta lo scorso febbraio a Sky Italia dall’Antitrust per pubblicità ingannevole e pratica aggressiva in relazione al pacchetto calcio per la stagione 2018/19. Lo ha stabilito il tribunale amministrativo respingendo la richiesta di Sky di congelare il provvedimento del garante della concorrenza. Secondo il Tar, infatti, il ricorso “non si presenta assistito da sufficiente fumus boni juris”.