Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Secondo i dati Istat resi noti oggi, nel terzo trimestre del 2018 il reddito disponibile delle famiglie consumatrici è aumentato dello 0,1% rispetto al trimestre precedente, mentre i consumi sono cresciuti dello 0,3%. La pressione fiscale è stata pari al 40,4%, in aumento di 0,1 punti percentuali rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

di Annamaria Villafrate

Bollette del gas più care del 2,3% a partire da gennaio 2019. Ma in compenso viene ridotto da 5 a 2 anni il termine di prescrizione eccepibile dal cliente a cui vengono richiesti pagamenti tardivi delle bollette, imputabili alla responsabilità del venditore. è quanto ricordato dall'Arera annunciando le novità in vigore da quest'anno.

Gennaio, mese di saldi e di occasioni speciali per fare acquisti più convenienti. Ma quali articoli avranno davvero il ribasso migliore? Secondo lo studio dell’Unione Nazionale Consumatori, che ha analizzato i ribassi effettivamente praticati dai commercianti negli ultimi anni secondo le rilevazioni dell’Istat, gli sconti previsti per il 2019 saranno in discesa. In base all’analisi dell’associazione, l’abbigliamento registrerà un abbassamento dei prezzi del 20,8%, in diminuzione rispetto ai precedenti saldi invernali, quando lo sconto si era attestato al 21,1%. Stabili invece le calzature che segneranno un ribasso del 20,7%, come lo scorso anno.

Secondo i dati provvisori di dicembre resi noti oggi dall’Istat, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) registra un aumento dell’1,1% su base annua, dal +1,6% di ottobre e novembre. In media, nel 2018 i prezzi al consumo registrano una crescita dell’1,2%, replicando la dinamica annua del 2017. L’“inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, è stabile a +0,7%.

L’anno appena arrivato si presenta ancora incerto per l’economia. Il 2019 è ancora un anno all’insegna dello “zero virgola”, in cui gli italiani provano a essere ottimisti ma al tempo stesso sono polarizzati e divisi fra chi crede in un miglioramento dell’economia (21%) e chi pensa che l’Italia entrerà in recessione (19%). Queste opposte visioni si riverberano nelle prospettive dei consumi 2019: sul podio rimangono cibo, viaggi e tecnologia, mentre si esaurisce la ripresa dell’automobile e la casa rimane intenzione di acquisto riservata a pochi.

Dopo il blocco degli oneri elettrici applicato dall’ARERA nel secondo semestre 2018, la loro piena riattivazione consente per il 2019 di riportarli in equilibrio, senza alcun aumento per il prossimo trimestre della spesa per l’energia elettrica, in riduzione del -0,08% per la “famiglia tipo” in tutela. Il più ampio utilizzo negli ultimi 2 trimestri del 2018 degli strumenti a disposizione dell’Autorità ha permesso di tutelare i consumatori, limitando la volatilità della spesa della bolletta. Per il gas dal 1° gennaio si registrerà una crescita del +2,3%, legata alla dinamica delle quotazioni nei mercati all’ingrosso e all’aumento degli oneri generali gas.

Portare il proprio cane in aree urbane è un piacere. Ma cosa può succedere se non si rispettano gli obblighi dettati dalla legge? Molti proprietari non li conoscono tutti o fingono di ignorarli, invece sono importanti per la tutela degli animali e delle persone.