Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Ad aprile e maggio c’è un aumento di attacchi informatici legati al coronavirus. Italia al primo posto in Europa per registrazione di domini malevoli a tema Covid. Le minacce alla sicurezza informatica e il coronavirus secondo un focus Agcom

Sabrina Bergamini

False email, campagne di phishing, tentativi di carpire i dati personali. E non manca la richiesta di un riscatto per sbloccare i propri dati. È accaduto a maggio, quando c’è stata un’attività di phishing che, sfruttando il rilascio dell’app Immuni, induceva a scaricare una app che nascondeva un ransomware (un programma malevolo). Se eseguito, questo cifrava tutti i file sul disco cambiando l’estensione in .fuckunicornhtrhrtjrjy. Il riscatto per la decifratura era di 300 euro in bitcoin. Benvenuti nell’era degli attacchi informatici durante il coronavirus.

Come di consueto, analizziamo in questo articolo l’aggiornamento trimestrali dei prezzi di riferimento di luce e gas comunicato dall’ARERA (l’Autorità di regolazione di settore).

Per il prossimo trimestre (1° luglio – 30 settembre) l’Autorità ha comunicato un aumento del +3,2% per l’elettricità e un calo del -6,7% per il gas.

Ricordiamo quali sono le caratteristiche generali di queste variazioni:

  • che sono relative alla “famiglia tipo”come definita dall’ARERA, cioè per coloro che hanno un contratto luce e/o gas nel mercato di tutela con consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all’anno con una potenza impegnata di 3 kW e, per il gas, di 1.400 metri cubi annui. Se non si rientra in questa specifica categoria (immaginate ad esempio le utenze non domestiche, o le utenze per le seconde case, o nel caso di consumi molto più alti o bassi rispetto a quelli di riferimento) le variazioni possono essere diverse: per questo, da tempo ormai, abbiamo chiesto ad ARERA, per consentire di dare un’informazione completa e rendere sempre più consapevoli i consumatori, che gli aggiornamenti fossero fatti anche rispetto a più tipologie di utenze e di scaglioni di consumo, in modo da poter fare un confronto con la propria effettiva condizione contrattuale.
  • che le variazioni di prezzo totali(in questo caso quindi il +3,2% per l’elettricità e il -6,7% per il gas) sono la somma delle variazioni percentuali delle molteplici voci che compongono il prezzo finale e che sono accorpate in quattro macrovoci: materia energia, trasporto e gestione del contatore, oneri generali di sistema e imposte, ognuna delle quali composta a sua volta da una miriade di sottovoci che possono variare in rialzo o in ribasso.

Il commercio digitale in Italia è in continua crescita con una notevole spinta data da questi mesi di lockdown in cui anche chi non aveva mai fatto acquisti sul web si è cimentato con il carrello online.

Eppure questo sviluppo non è sempre accompagnato dalla giusta dose di consapevolezza dei consumatori che rischiano di approcciarsi allo shopping online senza avere le idee chiare sui propri diritti doveri.

Per rispondere a questa esigenza nasce la campagna #comprasicuro che la nostra Unione Nazionale Consumatori ha realizzato con Ebay per promuovere la sicurezza e l’affidabilità degli acquisti online.

Negli ultimi giorni molti consumatori si sono rivolti alla nostra Unione Nazionale Consumatori perché avevano iniziato dei trattamenti nelle cliniche Dentix, che dopo il lockdown non hanno più aperto. Come è possibile aiutare questi consumatori in difficoltà? Risponde Michel Cohen, Fondatore e Amministratore Delegato di DentaPro – il più grande gruppo di cure dentali in Italia – e Presidente di ANCOD (Associazione Nazionale Centri Odontoiatrici).

E’ doveroso prima di tutto chiarire che Dentix non è un’azienda associata ad ANCOD, ma sicuramente non ci fa piacere che un nostro concorrente sia in difficoltà e ci auguriamo che si trovino presto delle soluzioni che le permettano di continuare ad operare.

Noi comunque abbiamo scritto due lettere, una al Ministero dello Sviluppo Economico e una al Ministero della Salute per mettere a disposizione le nostre strutture e i nostri medici.

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ha concluso le istruttorie relative al contrasto del bagarinaggio online (secondary ticketing), sanzionando i tre principali siti di rivendita di biglietti di eventi e concerti ViagogoStubhub e Mywayticket per un totale di 5.580.000 euro e diffidando allo stesso tempo tali piattaforme dal porre in essere ulteriori comportamenti in violazione delle disposizioni di legge.

Dopo una primavera in lockdown la domanda che in molti si stanno ponendo è come saranno le vacanze 2020.

Oltre alle incertezze economiche sono infatti presenti anche dubbi su quali dovranno essere le modalità per riuscirsi a godere le tanto amate ferie.

E tra una richiesta di rimborso e un voucher ecco le regole che dovranno essere rispettate per godersi l’estate in sicurezza.

In spiaggia

Il Governo, in accordo con le Regioni, ha emanato un regolamento unico, che dovrà essere rispettato all’interno degli impianti balneari, invitando a prestare la massima attenzione alla salute dei consumatori e dei lavoratori del settore.

L’Italia in fondo nella classifica per gli allevamenti in gabbia: degli oltre 300 milioni di animali ogni anno in UE, oltre 45 milioni sono nel nostro Paese

Elena Leoparco

In Italia la quasi totalità di scrofe, conigli e quaglie, così come il 62% delle galline sono allevati in gabbia, in spazi ristretti che impediscono drammaticamente la libertà di movimento degli animali. La situazione è comune a molti altri paesi dell’Unione europea ed è stata più volte portata all’attenzione dell’opinione pubblica e della politica.

Negli ultimi anni, anche gli stessi cittadini europei hanno preso sempre più coscienza del problema  grazie anche ad una aumentata sensibilità stimolata da diverse campagne di comunicazione come quella lanciata lo scorso anno dall’Iniziativa dei Cittadini Europei “End the Cage”.