Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Fare la spesa senza stress e senza dimenticare di comprare quello che serve. Vademecum per non farsi prendere dal panico dello shopping

Sabrina Bergamini

Fare la spesa senza stress. Senza rischi di contagio. Senza dimenticare di comprare quello che serve. Senza dover tornare a far la fila il giorno dopo. Fare la spesa con l’epidemia da coronavirus è diventata una vera impresa, che richiede pianificazione del giorno e dell’orario – alcuni partono all’alba, altri preferiscono gli orari serali. Una buona dose di resistenza fisica, specialmente se si considera la fila da fare e le buste che si devono portare. E una buona programmazione, per evitare che nella fretta di riempire il carrello si comprino prodotti che non servono.

Poveri e Coronavirus, a causa dell’epidemia un’ampia fetta di popolazione si aggiunge ai 2,7 milioni di cittadini che lo scorso anno hanno beneficiato di aiuti alimentari

Elena Leoparco

L’emergenza Coronavirus non è più soltanto un dramma dal punto di vista sanitario ma presenta effetti pesanti anche sotto il profilo economico e sociale. Secondo alcune stime elaborate da Coldiretti su poveri e Coronavirus, il numero di cittadini italiani in difficoltà tenderà ad aumentare di circa mezzo milione a causa del blocco delle attività produttive nel nostro Paese.

Un’ampia fetta di popolazione che si aggiunge ai 2,7 milioni di cittadini in difficoltà che lo scorso anno hanno beneficiato di aiuti alimentari con i fondi Fead distribuiti da associazioni come la Caritas ed il Banco Alimentare.

Firmata l'ordinanza della Protezione Civile che determina come saranno ripartite le risorse destinate ai Comuni per finalità di solidarietà alimentare. Ecco chi ne ha diritto

di Lucia Izzo - Sono in arrivo misure di sostegno ai Comuni affinché questi, a loro volta, provvedano ad attivare percorsi per le famiglie in difficoltà, in particolare per l'acquisto di beni alimentari.

Si tratta di aiuti che consisteranno anche nella distribuzione di "buoni spesa" che i nuclei familiari potranno utilizzare per l'acquisto di generi alimentari durante questo periodo in cui le stringenti misure per arginare la diffusione del virus COVID-19 hanno fortemente impattato sull'esistenza quotidiana di coloro che già erano in una situazione di indigenza.

Dpcm 28 marzo 2020: risorse ai comuni

È stata pubblicata la nuova modulistica, aggiornata e semplificata rispetto al modello precedente, per presentare la domanda di sospensione del mutuo tramite l’accesso al Fondo di solidarietà per i mutui per l’acquisto della prima casa. Per facilitare e velocizzare ulteriormente le procedure, il nuovo modello, reperibile sui siti del Dipartimento del Tesoro del ministero dell’Economia e delle Finanze, di Consap e dell’Abi, potrà essere compilato direttamente online ed inviato secondo le modalità indicate da ciascuna banca. Lo comunica il Mef.

A seguito della firma del ministro dell’Economia e delle Finanze, Roberto Gualtieri, è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto attuativo dell’art. 54 del dl Cura Italia che integra la disciplina del cosiddetto fondo Gasparrini, che prevede il diritto, per i titolari di un mutuo contratto per l’acquisto della prima casa che siano nelle situazioni di temporanea difficoltà previste dal regolamento, di beneficiare della sospensione del pagamento delle rate fino a 18 mesi.

Respinta definitivamente la richiesta di risarcimento avanzata nei confronti della società proprietaria della struttura commerciale. Evidente per i Giudici l’imprudenza compiuta dal cliente, che non ha atteso il ripristino dell’energia elettrica e il ritorno in funzione delle luci ma ha proseguito la discesa sulle scale, prive, peraltro, di finestre.

Black-out. Improvviso black-out elettrico e luci spente nell’ipermercato. Ciò nonostante, un cliente sceglie di non fermarsi e prosegue nella discesa delle scale, che sono anche prive di finestre. Pessima decisione, questa, che non solo gli costa una caduta ma viene anche catalogata dai giudici come un comportamento azzardato, tale da escludere ogni responsabilità della struttura commerciale (Cassazione, ordinanza n. 4180/20, sez. III Civile).

Un falso volantino del Ministero dell’Interno è comparso in alcune città e invita i non residenti a lasciare casa. La Polizia di Stato avverte: attenzione, è un fake

Sabrina Bergamini

Un falso volantino col logo del Viminale invita i non residenti a lasciare le abitazioni e rientrare nel domicilio. Attenzione, è l’ennesimo fake. L’allarme è venuto in questi giorni dalla Polizia di Stato ed è stato rilanciato dal Viminale.

«In alcune province sono stati sequestrati falsi volantini con intestazione @Viminale – Dipartimento della P.S. che contengono informazioni false e ingannevoli. Se li trovate segnalateli alle forze di polizia».

La candeggina non va usata per pulire le zampe dei cani perché è tossica. Veterinari e associazioni animaliste costrette a ribadirlo dopo l’informazione diffusa dalla trasmissione di Barbara d’Urso

 30 Marzo 2020 Sabrina Bergamini

No alla candeggina per pulire le zampe dei cani. Nemmeno diluita. È tossica. Si sono dovuti mobilitare veterinari e associazioni animaliste per smentire l’ultima trovata che circola contro il coronavirus, ovvero quello di limitare la possibile fonte di contagio pulendo le zampe degli amici a quattro zampe con candeggina.

Le zampe dei cani non vanno pulite con la candeggina