Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

La frenata dei prezzi consente alle famiglie di riempire il proprio carrello della spesa,ma taglia il fatturato di super e ipermercati.

"Perdura e si approfondisce la tendenza negativa della spesa reale per consumi durante il 2009". E' quanto si legge nel Rapporto sul Terziario di Confcommercio, presentato oggi.

Complice la crisi economica gli italiani (i più grandi consumatori di acqua minerale al mondo) riscoprono l’acqua del rubinetto.

L'Italia mantiene il primato negativo in Europa per la bolletta elettrica piu' costosa a carico delle imprese. I nostri imprenditori, infatti, pagano l'energia il 38,7% in piu' rispetto alla media Ue. Il conto piu' salato e' a carico delle aziende del Nord che complessivamente nel 2008 hanno pagato l'energia elettrica 5.139 milioni euro in piu' rispetto alla media dei Paesi europei, distribuiti in 2.975 milioni nel Nord Ovest e 2.164 milioni nel Nord Est.

“E’ ormai pazzesca la vicenda dei continui rinvii della class-action all’italiana”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, commentando la notizia dell’ennesimo rinvio dell’entrata in vigore dell’articolo 140-bis del Codice del consumo.

Nei primi 3 mesi del 2009 in Italia si è registrata una perdita di 204mila posti di lavoro; rispetto all'ultimo trimestre del 2008 l'offerta di lavoro si è ridotta dello 0,3%. Sono i dati sulla forza lavoro pubblicati oggi dall'Istat che, dal 29 dicembre 2008 al 29 marzo 2009, ha condotto una rilevazione. L'Istituto di statistica indica, come principale causa di questo calo, la caduta dell'occupazione autonoma delle piccole imprese, dell'occupazione a termine e del numero di collaboratori.

Nuove disposizioni Bankitalia in materia sul risoluzione stragiudiziale delle controversie, relative a operazioni e servizi bancari e finanziari che possono insorgere con la clientela.