Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Con quelle piu' potenti, da 100W, da oggi iniziano a sparire le tradizionali lampadine ad incandescenza. Un percorso, voluto dal Parlamento europeo, che potrebbe portare su scala mondiale al risparmio di 46 miliardi di euro in elettricita' e 239 milioni di tonnellate di CO2, pari alla produzione di 228 centrali elettriche o a 685 milioni di barili di petrolio in un anno.
E' quanto emerge da uno studio del Centro di Ricerca&Sviluppo di Philips, condotto in occasione del bando sulle lampade ad incandescenza che entra in vigore proprio dal 1* settembre 2009.

Il dato Istat sull'inflazione ''coniugato con gli indici dei prezzi alla produzione, evidenzia l'ulteriore allargamento della forbice con i prezzi al consumo''.

Distorsioni della concorrenza nel mercato della fornitura dei servizi aggiuntivi per musei. E' quanto risulta dal bollettino dell'Antitrust diffuso oggi dall'Autorità. "I servizi aggiuntivi alla fruizione di un museo o di un sito culturale - precisa l'Antitrust - sono i servizi di accoglienza e ospitalità degli utenti, quali il servizio di caffetteria, di accompagnamento e guida, di ristorazione, il bookshop, la promozione e l'organizzazione di eventi"; servizi che valorizzano il bene culturale.

Dal 2002 a oggi, cioe' dall'introduzione dell'Euro, a fronte di un aumento medio dell'inflazione del 16%, la raccolta rifiuti e' aumentata del 41,2%, le tariffe dell'acqua sono cresciute del 37,9%, quelle del gas del 35,6% e quelle dell'energia elettrica del 31,2%.
Lo sostiene la Cgia di Mestre, che, su dati Istat, ha elaborato l'evoluzione delle principali tariffe dei servizi pubblici dal 2002 a giugno 2009.

Vendemmia stabile rispetto allo scorso anno ma prezzi in netto calo rispetto allo stesso periodo del 2008. Sono le previsioni di Assoenologi per la stagione vitivinicola appena iniziata.

Con un raccolto previsto di 48 milioni di ettolitri, la Francia diventa nel 2009 il primo produttore mondiale di vino, sorpassando l'Italia. Lo afferma la Coldiretti, spiegando che nel nostro Paese "la vendemmia anticipata dal caldo di una decina di giorni dovrebbe portare in cantina 'solo' 47 milioni di ettolitri".

Ogni anno chiude il 20% (50 mila su 250 mila) di pubblici esercizi e apre un pari numero di bar, ristoranti, pizzerie, il 40% di immigrati. La ristorazione in Italia e' sempre piu' multietnica. Decollano anche i ristoranti etnici, specializzati nella cucine di altri Paesi: negli ultimi 9 anni sono passati da 2.511 del 2000 a 4.000 del 2009; prevalentemente cinesi (65% del totale).