Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Dall'introduzione dell'euro, nel 2002, ad oggi, c'e' stato un boom degli aumenti delle tariffe del gas (+44,6%) e di quelle dell'acqua (+35,5%). Forte impennata anche per i rifiuti (+34,8%) ed energia elettrica (+33,5%).

Cominciano ad arrivare i primi segnali di ripresa e nel primo trimestre del 2009 si inverte la tendenza della spesa a tavola con le quantita' di prodotti alimentari acquistati dalle famiglie che fanno segnare una variazione positiva (+0,8 per cento) dopo il calo che si era verificato nell'anno precedente.

Il 47,6% degli italiani e' stato colpito "concretamente" dalla crisi, quasi il 40% ha subito perdite nei propri investimenti, mentre il 30% ha registrato una riduzione del reddito e, in generale, circa il 60% ha cercato di ridurre i consumi, senza grandi differenze tra chi e' intervenuto sulle spese in generale e chi solo su quelle voluttuarie. In compenso pero' i consumatori si sono riconciliati con l'euro. E' questa la fotografia del Belpaese scattata dal Censis nel suo 'Diario della Crisi'.

La burocrazia costa agli italiani circa 20 giorni d'impegno l'anno, secondo uno studio del patronato della Confederazione agricola Cia.

Sono ancora negative le previsioni che gli italiani fanno riguardo all'uscita dalla crisi economica: per il 68,3% di essi non e' affatto vero che ormai abbiamo toccato il fondo, ma anzi il peggio deve ancora arrivare.

Un semplice opuscolo che in 5 mosse spiega agli italiani come richiedere la rateazione dei debiti iscritti a ruolo.

"Volgare nel metodo ed indecente nel contenuto", così il Movimento Nazionale Liberi Farmacisti e la Federazione Esercizi Farmaceutici definiscono, in una nota comune, l'emendamento presentato dal Sen. Filippo Saltamartini (Pdl) al disegno di legge delega in materia di lavori usuranti e lavoro sommerso (ddl S1167).