Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

“Per difendere i nostri consumatori, propongo di portarli direttamente nelle aziende agricole, per accorciare i passaggi della filiera”: è la proposta del Ministro delle Politiche Agricole sul problema del rincaro prezzi.

''Con il prezzo del grano e del latte alla stalla che sono oggi piu' bassi di quelli rilevati all'inizio dell'anno le materie prime agricole non offrono alcun alibi ad ulteriori aumenti dei prezzi del latte, pane e della pasta che al contrario dovrebbero diminuire al consumo''.

Il Presidente della Coldiretti Calabria Pietro Molinaro, ha scritto una lettera al Presidente della Giunta regionale Agazio Loiero nella quale rileva che in questi giorni è tornata prepotentemente alla ribalta la questione relativa ai prezzi, in particolare dei prodotti agricoli ed agroalimentari

“Da settembre il servizio SMS Consumatori sarà arricchito da due importanti novità: sarà possibile ottenere la lista dei farmers markets e dei distributori di latte alla spina più vicini a casa propria.

La scuola tra poco riapre i battenti, e peseranno e non poco sulle spalle dei genitori degli alunni le spese per i libri, con un rincaro che oscilla per le scuole medie o superiore tra il 20% ed il 40%, rincari previsti anche per sussidiari, cartelle, astucci, penne e quaderni, aumento di spese che  inciderà sensibilmente sul reddito delle famiglie già messo a dura prova dai rincari dei prodotti di prima necessità, generi alimentari e non solo.

Continua il rialzo dei prezzi alla produzione dei prodotti industriali. L’indice Istat segna un +8,3% su base annua a luglio, il massimo dal settembre 1995 quando era +8,7%, con un aumento dello 0,5% del mese di giugno.

Gli aumenti prodotti dalla lunga filiera produttiva italiana sul prezzo finale degli alimenti superano di molto quelli prodotti dai costi dei trasporti, nonostante il caro petrolio. Questo è particolarmente evidente nella filiera ortofrutticola, tanto che la frutta Made in Italy arriva a costare meno all'estero che in Italia.