Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Percepiscono un'inflazione pesante come un macigno, ben più di quanto segnalato dai dati Istat, ritengono in maggioranza che la situazione economica in Italia peggiorerà, a cominciare dalla disoccupazione in aumento. Per proteggersi da un futuro che appare sempre più nero vorrebbero adottare comportamenti 'conservativi', risparmiare, ma finiscono con l'erodere il proprio conto corrente anche più che in passato.

Dal primo ottobre la commissione sul pagamento dei bollettini postali aumentera' di dieci centesimi di euro: da 1 euro a 1,10 euro.

Aumentano dello 0,8% e del 5,8% le tariffe elettriche e del gas, che scontano l'effetto del caro-petrolio dei mesi scorsi.

Secondo una rilevazione fatta dall'Istat, nel secondo trimestre 2008 il numero delle persone in cerca di occupazione è nuovamente aumentato, portandosi a 1.704.000 (+291.000 unità pari al +20,6% rispetto al secondo trimestre 2007). Il tasso di disoccupazione è aumentato di un punto percentuale in un anno posizionandosi al 6,7%.

Secondo Federcontribuenti il Parlamento deve mettere al centro dell'agenda politica la riforma della giustizia tributaria.

In Italia quando si parla di Riforma della Giustizia, non si fà mai cenno a quella tributaria che interessa e coinvolge milioni di cittadini contribuenti e imprese. In Italia assistiamo ormai ad un'intasamento delle commissioni Tributarie con tempi processuali ormai dilatati e che non garantiscono più le ragioni del contribuente.

"Oggi abbiamo avuto un incontro con l'amministratore delegato Trenitalia, Vincenzo Soprano, con il quale abbiamo deciso la sospensione dell'ordine di servizio, che vietava la presenza di cani superiori a sei chili sui treni italiani e li obbligava a stare all'interno di trasportini". E' quanto riferisce il sottosegretario al ministero del Welfare Francesca Martini in un incontro presso il ministero della Salute.

Aumenti in vista da mercoledì prossimo per le bollette della luce e del gas. Dal primo ottobre - secondo le prime stime degli esperti - i rincari potrebbero arrivare fino al 6% per il metano e tra il 2,2% e il 3,7% per l'elettricità. La spesa annua delle famiglie potrebbe registrare una nuova stangata, fino ad oltre 80 euro.