Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

“La crisi dei mercati sarà lunga e lo spettro della recessione incombe. Tuttavia è proprio il panico che bisogna combattere con provvedimenti decisi e tempestivi che restituiscano la fiducia ai consumatori.

E' un vero e proprio boom della raccolta del risparmio postale, con cifre da record per libretti e buoni fruttiferi.

L'attuale crisi finanziaria avra' effetti deprimenti sul mercato immobiliare.

I bar italiani in prima linea nella lotta al carovita. Dal primo novembre i pubblici esercizi aderenti alla Fipe-Confcommercio bloccheranno i loro listini a tempo indeterminato per rilanciare i consumi che risentono della difficile congiuntura. Ma non solo: potranno anche fare sconti su caffé, brioche e bevande gassate, e ripristinare il prezzo minimo del cono a un euro.

A dicembre sara' in mano alle famiglie meno abbienti la 'social card' che consentira' loro di fare acquisti nei supermercati (per 40 euro mensili) e usufruire di sconti sui prodotti di prima necessita' e di accedere alle tariffe agevolate sulle bollette energetiche.

Le aziende acquedottistiche non possono far pagare la tariffa di depurazione nella bolletta dell’acqua se manca il depuratore dell’acqua fognaria e dovranno restituire agli utenti quanto già versato.

La crisi finanziaria si fa sentire anche a tavola: quattro italiani su dieci (37%) hanno cambiato le proprie abitudini alimentari.