Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Che al Sud la vita costi meno che al Nord e' l'ennesimo mito da sfatare. Almeno secondo le ultime rilevazioni dell'Ugl che, calcolando il carovita non solo in base al semplice carrello della spesa, ma aggiungendo anche altri fattori comunque essenziali come le utenze domestiche, l'rc auto, il trasporto pubblico, ha dimostrato che Napoli o Reggio Calabria non sono affatto citta' economiche.

Hanno scelto il giudice di pace per chiedere il risarcimento del “danno esistenziale reiterato e continuato” causato dai problemi che ogni giorno incontrano nei loro viaggi in treno. I pendolari della linea Milano-Piacenza hanno già ottenuto una vittoria, a dicembre. Altri sei esposti individuali sono in attesa di sentenza, venticinque sono pronti per essere depositati entro fine mese. "Abbiamo scelto questa formula - spiega Ettore Fittavolini, presidente del l’Associazione pendolari piacentini - perché il giudizio è abbreviato e la sentenza immediatamente eseguibile".

Una famiglia su 5 in Italia ha difficolta' economiche specialmente quelle con figli minori ma al sud la situazione e' ancor piu' preoccupante con il disagio economico che riguarda ben una famiglia su 3. E' una delle fotografie che scaturiscono dal rapporto annuale dell'Istat che evidenzia un paese molto eterogeneo, sia per quanto riguarda il tessuto economico e sia le condizioni delle famiglie. Un paese che per la prima volta nella storia supera la soglia dei 60 milioni di residenti grazie agli stranieri che ormai sfiorano i 4 milioni.

E’ uomo, tra i 35 e i 54 anni, residente nel Centro-Nord, in possesso al massimo della licenza secondaria, e ha perso un lavoro alle dipendenze nell’industria. E’ l’identikit del ‘nuovo’ disoccupato’ tracciato dal Rapporto annuale dell’Istat, presentato oggi. Uno scenario, quello del mercato del lavoro alla fine dello scorso anno, fortemente segnato dalla crisi economica: per la prima volta dal 1995, la crescita degli occupati nel 2008 (183 mila unita’ in piu’ rispetto al 2007) e’ inferiore a quella dei disoccupati (186 mila in piu’).

Al via la procedura di conciliazione delle controversie per oltre 30 milioni di clienti Enel dell'elettricità e del gas, sia del mercato libero che del servizio di maggior tutela. Grazie a un accordo fra l'azienda e le associazioni dei Consumatori del CNCU, e dopo una fase sperimentale avviata in Piemonte e una formazione che ha coinvolto 560 operatori e più di 150 conciliatori, da oggi i clienti Enel possono rivolgersi alla procedura di conciliazione paritetica su base volontaria delle controversie, che permetterà di azzerare i costi attraverso una procedura online.

Ad aprile l'inflazione in Italia è stata dell'1,2%, il doppio della media di Eurolandia, che è stata dello 0,6% sia nel mese di aprile sia in quello di marzo. Dai dati Istat sono risultati in aumento i prezzi di alcuni generi di prima necessità, come i pomodori pelati, la passata di pomodoro, i pomodori da sugo, il riso, l'aceto, l'olio di mais, l'olio di girasole, la pasta. Sono diminuiti, invece, in modo significativo i prezzi dei telefoni e dei carburanti.

Nel primo trimestre dell'anno il pil della zona Ocse ha registrato una flessione del 2,1% rispetto al precedente, segnando il ribasso piu' forte dal 1960.