Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

La rapina del secolo sono le contravvenzioni. E’ quanto afferma l’Unione Nazionale Consumatori che ha confrontato gli importi delle multe stradali del vecchio Codice della strada del 1959 con quelli del nuovo Codice, che fra l’altro vengono aggiornati ogni due anni con il tasso di inflazione.

La crisi dei consumi, ormai, non è più una novità. Ma ciò che sorprende è che è in crisi anche il mercato della contraffazione: nel 2008 il 39% degli acquirenti di articoli contraffatti ha infatti comprato meno rispetto al 2007.

Firmato un protocollo d'intesa fra Trenitalia e associazioni dei consumatori relativo all’istituzione e alla disciplina di una procedura di conciliazione paritetica.

Il Governo potrebbe limitare l'adesione alle azioni risarcitorie collettive, conosciute come class action, al primo grado di giudizio mentre oggi è possibile aderirvi fino all'appello; inoltre il Ministero dello Sviluppo economico vuole rafforzare le forme di conciliazione preventiva e il Ministero della Funzione Pubblica vorrebbe introdurre una forma di class action anche per la pubblica amministrazione.

Riuscirà lo sciopero della pagnotta indetto per  il 18 Settembre da tutte le associazioni dei consumatori italiane? La sfida non è semplicissima, ma le associazioni vogliono mandare un segnale al governo sul fronte dei prezzi e in primo luogo su quelli degli alimentari, che crescono ormai di mese in mese.

"Rinegoziando il mutuo guadagnerei un euro": è l'ironica segnalazione di un lettore di Repubblica all'indomani dell'entrata in vigore dell'accordo ABI – Governo sui mutui.

Speculazione finanziaria e caro-petrolio, unitamente a comportamenti irresponsabili di numerosi operatori, hanno causato un forte aumento dell’inflazione e una caduta dei consumi, che colpiscono in modo pesante le famiglie, soprattutto i pensionati e quelle da reddito da lavoro dipendente.