Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Segno negativo dei consumi anche ad ottobre, che registrano un calo del 2,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Tredicesime al palo, o in leggera flessione sul dicembre 2007, per i lavoratori dipendenti italiani.

Arrivano soprattutto dalla Cina. Sono gli alberi di Natale sintetici che possono risultare nocivi alla salute.

Per evitare rischi è meglio scegliere quelli naturali che garantiscono sicurezza e rispettano l’ambiente. E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento all’operazione effettuata nell'ambito dei controlli del Nas sui prodotti dello shopping natalizio, che hanno portato al sequestro di 12 mila piante sintetiche Made in China ritenute pericolose in un magazzino di Novara.

A Palazzo Chigi è stata presentata la "Carta acquisti" o "Social card" che spetta ai cittadini al di sopra dei 65 anni e alle famiglie con figli di età inferiore ai 3 anni, con un reddito annuale fino a 6 milioni di euro che sale sino a 8 milioni di reddito per gli ultrasettantenni.

Anche le aziende, oltre ai consumatori e, alle loro associazioni, possono ricorrere all’Autorità garante della concorrenza e del mercato contro le pratiche commerciali scorrette di una società concorrente.

La stretta di mano è considerata un vero e proprio contratto nelle compravendite. E’ quanto ha deciso la Camera di commercio di Roma che ha aggiornato la “Raccolta provinciale degli usi” con l’aiuto di un gruppo di esperti tra cui l’avv. Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori. Come è noto, in base all’art. 1 delle disposizioni preliminari al Codice civile, gli usi hanno forza di legge quando non esistono precise disposizioni normative, ma negli ultimi anni molti sono decaduti perché superati da disposizioni normative.

Non solo conciliazioni davanti ai Corecom. Un accordo tra Agcom e Regioni ha dato ai Comitati regionali per le comunicazioni il potere di poter decidere sulle controversie tra utenti e gestori telefonici o operatori di tv a pagamento. In pratica, dopo il primo tentativo di conciliazione si potra' attivare davanti ai Corecom un nuovo procedimento, al termine del quale ci sara' una decisione nel merito.