Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

“Il crescente divario tra ricchi e poveri registrato negli ultimi tempi nel nostro Paese è un dato allarmante”.

I lavoratori italiani devono fare i conti con buoni pasto insufficienti a coprire per intero il prezzo di un pranzo.

Capita spesso di dare un acconto per un lavoro ordinato ad un artigiano, riparatore, eccetera. Poi ci si ripensa quando il lavoro è già cominciato e naturalmente sorgono discussioni.

Rimborsi automatici in bolletta nel caso di contributi eventualmente pagati e non dovuti, per variazioni contrattuali effettuate quest’anno. In particolare, in seguito ad alcune recenti segnalazioni di consumatori che lamentavano l’eccessiva onerosità per la voltura dei contratti di fornitura dell’energia elettrica, l’Autorità ha verificato l’entità degli importi effettivamente applicati da alcune imprese di distribuzione.

A confermare la gravità della crisi economica è arrivato oggi il Fondo Monetario Internazionale con le sue ultime stime pubblicate nel Regional Economic Outlook, dedicato all'Europa. Secondo il FMI l'Italia non ha previsioni rosee almeno fino al 2010, anzi è molto facile che vada in recessione,

Il Governatore della Banca d'Italia Mario Draghi in audizione al Senato evidenzia come la crisi economica colpisca le famiglie con un calo dei consumi.

Dopo una fase critica conseguente ai rincari dei cereali, la pasta torna ad affermarsi sulle tavole italiane.