Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Le parafarmacie aderenti al Federazione Esercizi Farmaceutici esporranno nei propri locali manifesti ove saranno indicati i prezzi di venti prodotti (SOP e OTC) tra i più venduti con accanto il prezzo di riferimento del 2006. Così la FEF, cogliendo le istanze delle Associazioni dei consumatori e di Mister Prezzi, ha deciso di dare maggiore impulso all'operazione "Prezzi trasparenti" sui farmaci senza obbligo di ricetta.

Da fine mese sara' possibile affrancare una raccomandata direttamente con un solo francobollo. Le Poste hanno annunciato l'emissione il 31 ottobre di un francobollo da 3,30 euro, che corrispondono alla tariffa di una raccomandata fino a 20 grammi per l'interno del Paese. Il francobollo (che e' autoadesivo) appartiene alla nuova serie denominata 'Posta Italiana', di cui condivide il disegno: una busta che spicca il volo lasciando una scia tricolore.
Vi hanno venduto un frigorifero difettoso e il negoziante si rifiuta di sostituirlo? Serve l'avvocato! Anche per la più banale delle controversie già dai prossimi mesi potrebbe essere obbligatorio rivolgersi a un professionista: la proposta di riforma della professione forense e la legge delega 69/2009 (riforma del processo civile) assegnano infatti agli avvocati in via esclusiva il compito di dirimere le controversie in materia di consumo, che oggi si risolvono quasi sempre in via extragiudiziale.

E’ allarme povertà in tutta Italia. “Nel 2009 i poveri stanno aumentando progressivamente in Italia a seguito della grave situazione di difficoltà economica in cui versano le famiglie e le piccole imprese ed al proliferarsi delle scommesse sportive. Il sovra indebitamento delle famiglie, nei primi 9 mesi del 2009, è cresciuto del 87,4%, rispetto al 2008 e la povertà è aumentata del 44%”. Lo rilevano i dati resi noti da Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani che con Lo Sportello Antiusura monitora costantemente il fenomeno del sovra indebitamento delle famiglie e delle piccole imprese in Italia.

Per acquistare frutta e verdura la Grande distribuzione organizzata e' meno economica rispetto ai mercati rionali. E' quanto emerso dalla relazione della rappresentante dell'Autorita' garante della concorrenza e del mercato, Carla Rabitti Bedogni, intervenuta al XI Forum Internazionale dell'Agricoltura e dell'Alimentazione di Cernobbio organizzato dalla Coldiretti.

Anche quest’anno a partire da oggi 19 ottobre 2009 prende il via, in tutta Italia, la sesta edizione della “Settimana della conciliazione”, l’evento di promozione del Servizio offerto dalle Camere di Commercio.
È ormai noto che gli Enti camerali ,in virtù della loro posizione di super partes, sono inseriti attivamente, all’interno del circuito della giustizia, nell’esercizio delle procedure di risoluzione alternativa delle controversie che possono insorgere sia tra imprese che tra imprese e consumatori.  

Per rilanciare l'economia l'80% degli italiani ritiene che occorra sostenere le imprese legate al territorio mentre solo una esigua minoranza -5%- e' a favore di aiuti alle multinazionali e il 2% di sostegni alle banche.Cosi' un' indagine che studia il contributo del Made in Italy alla ripresa economica, realizzata da Coldiretti-Swg a ottobre 2009 e presentata nel corso del Forum Internazionale dell'Agricoltura e dell'Alimentazione organizzato dalla Coldiretti a Villa d'Este di Cernobbio. Dall'indagine risulta anche trascurabile la percentuale di coloro che non ritengono opportuno un intervento dello Stato e pensano che occorra lasciar fare al mercato (4%).