Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Se dovessero entrare in vigore la riforma dell'ordinamento forense e la legge delega 69/2009 i cittadini non potranno più rivolgersi alle associazioni dei consumatori per essere rappresentati gratuitamente e fare valere i propri diritti nei confronti delle aziende, ma saranno costretti a pagare un avvocato e sperare di ottenere giustizia attraverso il processo civile.

Anci, l'Associazione nazionale Comuni italiani e Conai, il Consorzio Nazionale Imballaggi, in un convegno che si è tenuto a Milano hanno presentato il nuovo accordo 2009-2013, raggiunto nell'obiettivo di garantire lo sviluppo omogeneo della raccolta differenziata e il recupero dei rifiuti di imballaggio su tutto il territorio nazionale. In particolare, grazie all'accordo quadro raggiunto, i Comuni convenzionati potranno ricevere maggiori corrispettivi economici a fronte di più elevati standard di qualità della raccolta.

Sostenere l'obbligo di indicare l'origine del latte e dei suoi derivati non costa nulla ed e' determinante per l'Italia che e' l'unico paese produttore comunitario in cui il crollo dei prezzi riconosciuti agli allevatori del 25 per cento rispetto allo scorso anno si e' verificato nonostante una sostanziale tenuta dei consumi e l'insufficiente produzione nazionale che arriva a coprire appena il 60 per cento del fabbisogno.

Una crisi di lungo corso che colpisce soprattutto i giovani tra i 18 e i 34 anni. E' quanto mette in luce la ricerca 'Crisi e generazioni', svolta dall'Istituto di Ricerca Gpf per Axa Mps e presentata in occasione del Forum annuale del gruppo. "Occorre riconsiderare il rapporto pubblico-privato nelle politiche di welfare e nelle strategie di investimento", sottolinea Silvano Andriani, presidente Axa Mps

A breve i cittadini italiani avranno a disposizione l'Arbitro Bancario Finanziario (ABF), per risolvere le piccole controversie, fino a 100mila euro, relative ad operazioni non anteriori al primo gennaio 2007. Questo nuovo sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari è stato previsto dalla delibera del Comitato Interministeriale per il Credito e il Risparmio del 29 luglio 2008 varato dalla Banca d'Italia.

Le famiglie italiane nei primi 7 mesi del 2009 hanno speso per frutta e verdura fresche oltre 8,2 miliardi di Euro cui si devono aggiungere 420,4 milioni di Euro per i surgelati. Il dato emerge da un'indagine dell'Osservatorio dei Consumi Ortofrutticoli delle Famiglie Italiane, presentato nel corso dell'ultima edizione di MACFRUT conclusasi da poco.

Nel periodo gennaio-luglio 2009 le famiglie italiane hanno consumato frutta e verdura fresche per 4.868.000 tonnellate, pari al +1,07% sul 2008, spendendo 8.271 milioni di Euro (+3,85% sui 7.964 milioni del 2008). Tali aumenti, tuttavia, sono determinati da un incremento delle famiglie acquirenti che raggiungono il 99,9% del totale dei nuclei familiari (+3,6% sul 2008), e da un aumento del prezzo medio del +2,4%. Infatti, cala la percentuale dell'acquisto medio per famiglia, -2,29% sui 218 kg dei primi 7 mesi del 2008.

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nella riunione del 15 ottobre 2009, ha deciso di avviare un’istruttoria per verificare se Poste Italiane abbia abusato della sua posizione dominante ostacolando i concorrenti nell’ambito dei servizi liberalizzati del settore postale.