Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

70+, 85+ e ora anche 100+! Sono le nuove frontiere del fattore di protezione solare (Spf), considerate da medici ed esperti solo "un gioco di numeri per impressionare e confondere i consumatori".

Con un parere articolato, e una serie di osservazioni analitiche e proposte di modifica, il Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti ha preso visione e approfondito il documento proposto dalla Banca d'Italia in consultazione pubblica sulla "Trasparenza delle operazioni e dei Servizi bancari e finanziari. Correttezza delle relazioni tra intermediari e clienti". Il parere del CNCU ripercorre la crescente attenzione per la tutela e la protezione del consumatore e l'importanza del principio della trasparenza, "introdotta per un duplice scopo: consentire una scelta libera, informata e consapevole da parte dell'utente e, al contempo, favorire, attraverso la comparabilità immediata tra le varie offerte, la concorrenza tra le imprese del credito".

A maggio 2009 l'inflazione nella distribuzione moderna, cioè nei prodotti di largo consumo, è scesa ulteriormente, passando dal 2,2% di aprile all'1,7%. Questa discesa è dovuta soprattutto al calo dei prodotti alimentari: il prezzo del latte cala dell' 1,8%, quello dell'olio dell' 1,2%, quello di yogurt e formaggi bianchi dello 0,9%.

Dopo vari slittamenti, dal 2010 dovrebbe entrare in vigore la TIA, la tariffa di igiene ambientale che sostituirà la TARSU (tassa sui rifiuti solidi urbani). La TIA era prevista addirittura da un decreto legislativo del 1997 (n. 22), ma non se ne è fatto niente tranne in qualche Comune del nord, dove siccome non è più tassa, ma tariffa, viene applicata l’IVA del 10%. Per le famiglie è e sarà un altro rincaro, in media 20 euro, ma vi sono diversi dubbi che in questo caso l’IVA sia legittima.

Le rapine in banca sono notevolmente diminuite. Ne dà notizia “ABI News”, il bollettino dell’Associazione bancaria italiana, osservando che nel 2008 i reati criminosi sono calati del 27% nel 2008 e il tasso di rischio è passato da 9,1 rapine ogni 100 sportelli nel 2007 a 6,4 nel 2008. Netto è stato anche il calo del danno economico, pari a 43,4 milioni di euro, ben 14 in meno rispetto al 2007, mentre il bottino medio per evento si è confermato attorno ai 20 mila euro. Si deve comunque considerare che in oltre i due terzi delle rapine non è stato sottratto un valore superiore ai 15 mila euro.

Non è reato continuare ad abitare nella casa popolare dopo la morte del titolare del contratto.

Meno fisco, più credito, via gli sprechi: sono alcuni degli interventi che la Confesercenti si attende dal Governo, espressi dalla nuova presidenza nazionale che si è riunita oggi. Per il presidente Marco Venturi "non si deve tirare a campare.