Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Dal 1° dicembre è caos alle Poste. L'iniziativa del Governo, che mira a favorire le categorie più deboli, non sembra favorire la classe dei dipendenti postali che improvvisamente,  si sono visti pervenire montagne di carte ed addossate responsabilità non pertinenti al lavoro svolto.

Retribuzioni sotto la soglia dei 23 mila euro per 10 milioni di lavoratori italiani, secondo un rapporto Unioncamere. Le donne hanno una busta paga piu' leggera, in media, di 4mila euro, il Sud ha salari in media inferiori del 16,3% rispetto al Nord-Ovest.

Le piccole macchine elettriche per fare il caffè in casa funzionano esattamente come quelle dei bar, cioè a pressione. Infatti, il segreto dell’espresso consiste nell’estrarre ad alta pressione gli aromi, gli oli essenziali e le molte altre sostanze che determinano il gusto intenso del caffè. Ma vi sono anche macchine per fare il caffè americano, che è molto lungo e adatto come bevanda per la prima colazione, tanto che è sempre più apprezzato anche in Italia.

Dal prossimo gennaio inizia in Veneto la fase sperimentale della procedura di conciliazione con l’ENI sulle controversie per il gas, procedura che poi sarà allargata a tutta l’Italia. Pochi utenti conoscono però le condizioni contrattuali che regolano la fornitura di gas da parte delle 730 aziende esistenti in Italia, condizioni che sono state stabilite dalla delibera n. 229/2001 dell’Autorità dell’energia. Queste sono le principali.

Dopo Unicredit, anche il Gruppo Montepaschi lancerà, a partire dagli inizi del nuovo anno, un programma che prevede la possibilità per i mutuatari di sospendere il pagamento delle rate in scadenza nel 2009, senza costi notarili o amministrativi addizionali, in aggiunta a quanto previsto dal DL 29 novembre 2008, n. 185. Per far fronte all'attuale crisi economica - che sta mettendo a rischio la capacità delle famiglie italiane di sostenere il peso dei mutui - saranno varate una serie di facilitazioni per rinviare il pagamento delle rate e proteggere i mutuatari.

Qualcuno si chiede preoccupato chi garantisce i titoli e i depositi postali in caso di insolvenza delle Poste, mentre in caso di insolvenza delle banche c’è il “Fondo interbancario di tutela dei depositi”, che copre però fino a 103.000 euro. I depositi postali sono invece garantiti per la loro interezza dalla “Cassa depositi e prestiti”, una società per azioni costituita nel 2003 in applicazione della legge n. 326/2003 e controllata per il 70% del capitale sociale dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, mentre il restante 30% è detenuto da diverse Fondazioni, soprattutto bancarie.

Acquistare sì, ma con consapevolezza. E’ questa la “regola” che non dovremmo dimenticare anche in questi giorni di avvicinamento al Natale.
L’atmosfera che si respira per le strade, le vetrine illuminate, il clima festivo: sono tutti elementi che invogliano a spendere, ma, in un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando, è bene non abbassare la guardia.