Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

L’unione Nazionale Consumatori Calabria ha sempre sostenuto che i tributi o i compensi per i servizi ricevuti devono essere corrisposti dai cittadini, su questo non si transige, nessuna elusione o evasione fiscale, ma è altrettanto corretto che ognuno debba pagare in proporzione all’ utilizzo dei servizi richiesti ed in rapporto al consumo di cui ne beneficia.
E’ questo un principio elementare ma fondamentale del corretto rapporto con le Istituzioni, altrimenti la generalizzazione rischia di far pagare in maniera indiscriminata, è quello che succede facendo ricorso al principio presuntivo che non consente di rapportare in maniera giuridicamente corretta l’uso del servizio al compenso da corrispondere.
Nel caso poi che il regolamento idrico comunale preveda la lettura periodica dei contatori  da parte del personale del comune, le irregolarità appaino in tutta la loro evidenza, poiché le omissioni da parte delle Istituzioni ricadono sui cittadini chiamati a pagare a forfait, non essendoci stata un effettivo accertamento dei consumi utilizzati.

Ormai sono pochi i consumatori che non hanno una carta di credito. Giorni fa la stampa dava notizia che sono in costante aumento, ma sono in aumento anche le clonazioni, cioè i furti dei codici con prelevamenti fraudolenti.

Gli uffici del giudice di pace rischiano di arrivare, nei prossimi mesi, ad una completa paralisi. E' l'allarme lanciato ieri dalla categoria, che ha proclamato uno sciopero nazionale dal 13 al 18 luglio, lamentando la mancata riforma della giustizia di pace, le "gravissime" disfunzioni degli uffici, nonche' l'aumento delle competenze civili e penali, in particolare con l'introduzione del reato di immigrazione clandestina previsto nel ddl sicurezza, che "comporteranno un carico di lavoro complessivo di circa due milioni e mezzo di processi ogni anno.

Anche un membro designato dalle Associazioni rappresentative degli utenti bancari farà parte dei collegi che decideranno in via stragiudiziale la composizione delle controversie fra clienti e intermediari finanziari. Lo ha deciso la Banca d’Italia con una delibera pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale

Chi pensa che i pesci da mangiare siano solo quelli che si vedono sui banchi delle pescherie si sbaglia di grosso. Sono un’inezia rispetto a tutti quelli mangerecci.

La benzina costa oggi in Italia meno di 1,3 euro al litro. Tutte le compagnie hanno ridotto, a partire da oggi, il prezzo alla pompa tra gli 0,005 e gli 0,015 euro il litro, con il risultato che tutti i prezzi consigliati ufficialmente sono scesi sotto quota 1,3 euro.

Buone notizie per i passeggeri aerei dell'Unione Europea. Nel caso in cui un volo intracomunitario venga annullato, infatti, essi possono richiedere un risarcimento forfetario al giudice del luogo di partenza o di arrivo dell'aereo.