Notizie recenti

Newsletters

 
 
Accedi

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

Il rapporto tra famiglie e credito in Italia non presenta problemi di eccessivo indebitamento né di elevata rischiosità dei finanziamenti in essere.

Dal 1 gennaio al 31 maggio del 2009 la Guardia di finanza ha sequestrato 47 milioni di prodotti con marchi falsi o ingannevoli o di qualita' scadente per la sicurezza dei consumatori (piu' del doppio rispetto al 2008); 476 le persone arrestate nello stesso periodo perche' affiliate alle organizzazioni che gestiscono l'illecito traffico "a monte".

Enti, aziende erogatrici di servizi, agenzie delle entrate ed altri continuano a mandare ai consumatori intimazioni e avvisi di pagamento relativi a presunti pagamenti pregressi non effettuati che sono caduti in prescrizione da tempo. Ovviamente “ci provano”, perché la stragrande maggioranza dei consumatori non se ne intende di prescrizione oppure non sanno neanche che cosa sia, quindi pagano e se pagano poi non possono invocare la prescrizione.

Scioperano i benzinai l'8 e il 9 luglio prossimi. Dal primo luglio, infatti, i gestori delle aree di servizio autostradali ''sono costrette ad assumere la decisione di considerare sospeso ogni accordo sul prezzo massimo'' di vendita dei carburanti. E cio' ''fintantoche' non vengano raggiunti accordi economici adeguati ai sensi dell'articolo 19 della Legge 57/01 tra le Organizzazioni di categoria dei gestori e le singole compagnie''.

E' il Paese europeo dove il carico fiscale sul lavoro è più alto. Lo rileva l'Eurostat. Le tasse e i contributi sociali rappresentano il 44% del costo del lavoro contro il 42,3% della Svezia e il 42,3% del Belgio. L'imposta sui consumi in compenso è più bassa della media europea

Nuovo boom di conciliazioni gestite dalle Camere di commercio nel 2008: le 14.051 dell'anno precedente sono divenute 20.246 nel 2008, con un incremento del 45% rispetto al 2007. A dare un contributo essenziale alla diffusione di questa forma extragiudiziale di composizione delle controversie, si legge in una nota, il settore delle telecomunicazioni e il Mezzogiorno, le cui 15mila conciliazioni rappresentano oltre il 70% del totale (nel 2007 erano il 65,5%).

La nuova frontiera del bullismo si chiama ''cyberbullismo''. Uno studente su tre, infatti, subisce atti di bullismo online, nel 70% dei casi durante l'orario scolastico e soprattutto durante l'anno dell'esame di maturita'.